Close

Espatriare con famiglia in Congo

Buongiorno a tutti,

Andare a vivere all'estero con la famiglia richiede una notevole preparazione.

Parlaci della tua esperienza: quali sono le cose da organizzare quando si pianifica un trasferimento con famiglia in Congo ? Quali sono le sfide da affrontare ? I tuoi ragazzi si sono adattati facilmente alla nuova realtà ?

Pensi che il Congo sia un buon paese dove far crescere i figli e creare una famiglia ?

Grazie in anticipo per il tuo contributo,

Francesca

Ciao Francesca!
Ti racconto di quando ormai due anni fa ci siamo trasferiti in Congo.
Da premettere che ci siamo trasferiti sostenuti dall'azienda per cui lavora mio marito, Quindi siamo stati agevolati per alcune cose.
Siamo arrivati a Pointe Noire nel gennaio 2014. I miei bimbi avevano 4 anni e mezzo e 20 mesi.
In Italia sono andata alla disperata ricerca di abbigliamento estivo visto che qui fa sempre caldo. Ho avuto molte difficoltà perchè a gennaio fa freddo e non è semplice trovare pantaloncini, vestitini leggeri e sandali. Un notevole aiuto l'ho avuto facendo shopping online: sia ha la possibilità di trovare più cose e a volte si riesce anche a risparmiare un pò.
Alcuni colleghi di mio marito ci avevano consigliato di portarci tutto quello che riuscivamo: dai giochi per i bambini alle pentole, dalle posate al parmiggiano. Non perchè a Pointe Noire non si trovino queste cose, ma perchè costano tantissimo, anche 4 volte in più rispetto all'Italia.
I miei figli, dopo circa una settimana che eravamo qui, hanno iniziato ad andare alla scuola italiana. C'è anche quella francese e quella internazionale. Per noi era la prima esperienza all'estero e non sapevamo nemmeno se l'azienda ci avrebbe fatto viaggiare ancora o rientrare a Milano dopo Il Congo. Così abbiamo scelto senza pensarci su due volte di iscrivere i bambini alla scuola italiana. Le maestre e i maestri hanno titoli riconosciuti per l'insegnamento in Italia e sono tutti bravissimi. Hanno accolto i miei bambini, un pò spaesati e disorientati, con tanto affetto e in qualche giorno i miei figli erano felici di andare a scuola.
E' stato per loro facile adattarsi, non solo grazie alla scuola, ma grazie anche alla comunità di italiani che ci ha mostrato subito un grande affetto. Sono stati tutti accoglienti e gentili. ci hanno fatto sentire da subito a casa e parte di una grande famiglia.
Per i bambini molto piccoli non ci sono molte attività extra scolastiche da fare anche perchè fa tanto caldo e nel pomeriggio la stanchezza prende il sopravvento. A cinque anni è possibile fare tennis e nuoto. Poi con l'inizio delle elementari si riescono anche a trovare corsi di basket, danza, yoga, inglese e francese.
Una sfida difficile ma allo stesso tempo bellissima è stata quella della lingua. Qui si parla francese e a scuola c'è la coopresenza di un insegnante francese e una italiana. Devo ammettere che in due mesi i bambini comprendevano quello che dicevano le maestre e dopo ancora due mesi parlavano un pò di francese. Ora, dopo due anni, lo parlano molto bene e comprendono tutto.

Credo che il Congo sia il posto quasi perfetto per crescere i figli sopratutto se sono molto piccoli. L'ambiente in cui vivono è protetto e stimolante. Tutte le attività che svolgono sono a due passi da casa. La domenica quando il tempo è bello si va a mare (e capita spesso visto che fa sempre caldo) o in piscina.  In una città come Milano si possono trovare decine di attività organizzate, qui non è facile. Bisogna informarsi, chiedere e impegnarsi anche in prima persona a creare un'attività per i propri bambini.
E' un esperienza che rifarei a occhi chiusi. Per me è stato impagabile vedere i miei figli giocare all'aria aperta tutto l'anno e non ammalarsi quasi mai come accadeva a Milano. E' un'esperienza che consiglierei a tutti soprattutto a quelli che hanno bambini piccoli.

Spero che queste informazioni ti siano state utili.
a presto
Roberta

Ciao Roberta,

Ben arrivata sul forum e grazie infinite per questa preziosa testimonianza!  ;)

Ti vorrei chiedere, per cortesia, al momento del trasferimento, vi siete spostati tutti e quattro assieme oppure tuo marito è dovuto partire prima per cercare casa, scuola ecc...
giusto per sapere come organizzarsi...

Siete ancora li o siete rientrati?

Un saluto,

Francesca

Viviamo ancora in Congo.
Mio pamrito un paio di mesi prima del trasferimento definitivo è stato qui in congo per una settimana. In questi giorni la società per cui lavora gli ha spiegato un pò di cose e ci ha fornito la casa. E' andato a visitare a la scuola e ha fattola preiscrizione.
Chi parte sostenuto da una grande società ha il vantaggio di essere assistito per le cose più importanti.

poi ci siamo trasferiti tutti e quattro insieme.

Grazie robe80  ;)

Bisogna portare con sè dei documenti dall'Italia utili per l'iscrizione dei bimbi a scuola?

Un saluto,

Francesca

Le vaccinazioni sicuramente.

Ciao
Il mio ragazzo lavora li ormai da 3 anni.... fa il pendolare se cosi si può definire. .. prima andava bene ma ora abbiamo un foglio di 3 mesi ed io sono stanca di stare sempre sola! ... vorrei raggiungerlo. ... ma ho paura x mio figlio! ... sai malaria ecc.... tu cosa mi consigli?  È ancora piccolo?  Aspetto un po? ... vorrei che lui crescesse col padre .... ma non vorrei mettere a rischio la sua vita. .. grazie :*

Nuova discussione

Traslocare in Congo

Consigli per preparare un trasloco in Congo

Voli per il Congo

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Congo