Close

L'integrazione di un espatriato in Bulgaria

Buongiorno a tutti,

Essere un espatriato in Bulgaria significa entrare in contatto con una nuova cultura, usi e costumi.

E' stato facile per te integrarti nella comunitÓ locale?

Potresti dire di sentirti a casa?

Raccontaci quali sono i passi da compiere per un'integrazione soddisfacente in Bulgaria.

Grazie per condividere la tua esperienza,

Francesca

:heart:  :heart:  :cool:

io adoro i bulgari e varna

Ciao Enrico, mi fa piacere che ti trovi bene...sui passi da compiere per integrarsi però non mi hai detto nulla....

Saluti  :)

Francesca

Io sono nuovo e sto pensando di raggiungervi.. Ho innanzi tutto bisogno di nuovi amici, contatti, per capire come muovermi al meglio e poi tutto andrà per il meglio.. :)

ciao non ti ho scritto nulla per integrarsi in Bulgaria

perché e' molto soggettivo a secondo delle persone

ciao

enrico

Per una buona integrazione in una località diversa da quella ove siamo nati, cresciuti e magari rimasti sino ad età inoltrata, necessita una più che ottima apertura mentale e una grandissima predisposizione d'animo che aiuti ad evitare inutili e depressivi paragoni con la cultura ed il contesto sociale ove la persona è vissuta per lunghissimo tempo.

Due semplici esempi per capire:

1. risulta difficile per un Trentino spostarsi a vivere ed integrarsi a Reggio Calabria
2. risulta difficile per un Napoletano spostarsi a vivere ed integrarsi a Trieste

questo seppure la lingua parlata e scritta è la stessa, così pure la reperibilità dei prodotti alimentari, di vestiario ecc.
Inoltre a scuola si studiano le stesse cose e si incontra la stessa visione storica degli avvenimenti passati.   Questo significa essere Italiani in Italia.

Ora se ci si vuole spostare a vivere all'estero, e in questo caso la Bulgaria, pur restando in un contesto Europeo, la storia la cultura, la lingua, le abitudini alimentari ed i contesti sociali, sono di gran lunga diversi da quelli dell'Italia.

Quindi se non si dispone di una quanto meno discreta apertura mentale unitamente ad una più che buona predisposizione d'animo a cercare di capire (con umiltà e con una buona dose di positiva curiosità) il contesto locale, regionale e nazionale, in cui ci si è spostati a vivere, l'integrazione diventa dolorosamente pesante, specialmente se non si impara la  lingua che nulla a che a vedere con l'Italiano.

Un buon aiuto per l'integrazione è rappresentato da altri connazionali che già hanno superato il cammino dell'integrazione e quindi possono aiutarti a capire.

Ma se però parliamo di persone che hanno girato un pochino il mondo ed hanno imparato a conoscere e vivere in contesti di gran lunga differenti da quelli Italiani e/o Europei, il vivere in Bulgaria non rappresenta un dramma.
Personalmente io rientro in questa categoria e ho imparato a valorizzare quelle semplici cose che La Bulgaria offre, nonchè a riscoprire e rivalutare la semplicità della vita ed il contatto con l'immenso patrimonio naturale che questo paese offre.

Posso dire che si, mi sento a casa:  ho amici Bulgari ed altri di altre nazionalità che vivono o passano alcuni mesi ove con la famiglia ho fissato la mia residenza.

Ovviamente la mia è solo ed esclusivamente l'espressione del mio personale punto di vista al riguardo.

Anche noi abbiamo interesse alla Bulgaria, a fine giugno mi piacerebbe andare una settimana sul mar nero x rendermi conto, interessa a qualcuno aggregarsi? Saluti da Ernedto e Carla

rommel6 :

a fine giugno mi piacerebbe andare una settimana sul mar nero x rendermi conto, interessa a qualcuno aggregarsi?

Per non portare fuori tema questa discussione e dare maggior visibilità alla tua richiesta, ti suggerisco di inserire una nuova discussione.

Grazie,

Francesca

Moderato da Francesca l'anno scorso
Motivo : Non utilizzare il forum per la promozione di attivitÓ commerciali
Nuova discussione

Traslocare in Bulgaria

Consigli per preparare un trasloco in Bulgaria