Close

Intervista: Alessio ad Addis Abeba

Ciao a tutti!  :)

Con piacere metto a disposizione del forum la testimonianza di Alessio.
Veneto, padre di famiglia, abituato a viaggiare fin da piccolo...Nato professionalmente in piena crisi, grazie ad alcuni buoni contatti trova impiego in Etiopia e si trasferisce ad Addis Abeba assieme alla moglie ed ai figli.

Vi riporto un estratto della sua intervista:

Cosa facevi in Italia e di cosa ti occupi attualmente?


In Italia lavoravo come impiegato amministrativo presso alcune aziende, generalmente occupandomi di contabilità e, grazie alle lingue imparate, corrispondenza con clienti e fornitori stranieri, finchè sono stato contattato da una ditta etiopica a cui serviva una figura manageriale che si occupasse dell'importazione dall'Italia di macchinari per la produzione di formaggi e latticini, che organizzasse l'avvio della produzione selezionando il personale tecnico italiano, e che più in generale si occupasse dell'amministrazione.

Quale fu, se c'è stato, l'aspetto più difficile da sormontare legato al trasferimento dall'Italia all'Etiopia?

Direi senza dubbio le difficoltà relative al Permesso di soggiorno.
Le leggi locali in materia si sono molto, molto irrigidite, a detta di alcuni organi a causa della necessità di regolarizzare l'immigrazione in massa di Cinesi. L'assenza di leggi precise e/o l'ignoranza in materia degli impiegati addetti, la discrezionalità del trattamento, il caos nello stabile dell'Ufficio Immigrazione ed altri problemi collegati, rendono la questione particolarmente scottante. Perfino la Comunità Italiana risalente alla Colonizzazione, a distanza di generazioni dal primo arrivo, si e' trovata ad avere non poche difficoltà.
C'e' da dire però che, da fonti etiopiche, gli Italiani rappresentano il primo flusso migratorio in entrata nel Paese dopo gli Asiatici e i diaspora Americani, con più di un centinaio di permessi lavorativi rilasciati nel 2014; questo a dimostrazione che se non presa sottogamba, anche questa questione si risolve positivamente.

Il mercato del lavoro etiope è aperto agli stranieri? Quali sono i settori trainanti?

Il mercato locale è aperto agli stranieri che vogliano investire in determinati settori, mentre altri sono riservati ai locali. Il limite di investimento minimo è attualmente 200.000 dollari, o 150.000 dollari in società con un locale. I settori aperti sono molteplici (edilizia, finiture, produzione di varie cose irreperibili sul loco, ecc...) e godono tutti di buona salute e alti profitti, una volta superata la parte burocratica e di avviamento.
Anche le opportunità di lavoro come dipendenti non sono male, se si ha una conoscenza specifica di qualche settore particolare.


Continua a leggere l'intervista : www.expat.com/it/intervista

Clicca qui per leggere tutte le altre Interviste agli espatriati e condividile sui social networks, trovi le icone dedicate nella pagina di ogni intervista.

Saluti,

Francesca

Nuova discussione

Traslocare ad Addis Abeba

Consigli per preparare un trasloco ad Addis Abeba

Voli per Addis Abeba

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo ad Addis Abeba

2 milioni di utenti!

A pi¨ tardi