Close

Intervista: Andrea a Rangiroa

Ciao a tutti!

Con piacere metto a disposizione del forum la testimonianza di Andrea che assieme alla sua ragazza, che è Polinesiana, ha aperto una struttura ricettiva a Rangiroa, il più grande atollo delle Tuamotu.

Vi riporto un estratto della sua intervista:

I tuoi pro e contro legati alla vita in Polinesia...


Gente magnifica, vita semplice e senza stress, nNon mi annoio mai!
Parte del mio lavoro consiste a passeggiare sulla spiaggia a cercare legni e conchiglie.
Forse è poco metterlo in un punto solo ma tutto ciò che riguarda il mare...Lagune magnifiche, stand up paddle, immersioni, surf, delfini...
I punti negativi sono le informazioni poco chiare, la burocrazia infinita con leggi e procedure diverse secondo l'interlocutore, i lavoratori inaffidabili (non per forza polinesiani).
Fare la spesa costa caro, molto, soprattutto sulle isole e i servizi come internet, telefono, biglietti aereo sono esageratamente cari.
Il segreto per vivere in Polinesia è lo spirito di adattamento. Per esempio io ho iniziato a mangiare il pesce a 27 anni visto che con 1000cpf (8.30 euro) compri 7 pomodori o 20 pesci lagunari. Stiamo anche iniziando a coltivare un orto e alberi da frutto.

Cosa ne pensi del livello di sicurezza in Polinesia?

La sicurezza in Polinesia è generalmente buona, soprattutto nelle isole, dove tutti lasciano le case e macchine aperte, ci sono comunque dei piccoli furti ma niente di violento.
A giudicare dai telegiornali, le zone Papeete e Taravao stanno peggiorando, ma niente di allarmante, specialmente venendo dall'Europa...
Ci sono alcune tensioni sociali, per esempio c'e stato uno sciopero della produzione di gas durante quasi un mese ma tutto si è svolto nella calma e senza alcuno scontro. Ovviamente, con l'alto tasso di disoccupazione, la criminalità aumenta, ma non molti crimini violenti più che altro piccoli furti e spaccio di Pakalolo (marijuana).
Io personalmente mi sono sempre sentito sicuro, anche se è vero che la notte a Papeete ci sono molti senzatetto e ta'ero 'ava (ubriachi).
Un comune in particolare non è troppo consigliato, Faa'a, a causa della povertà. Per il resto si può stare tranquilli con minime precauzioni (meno che in Italia) si puo vivere felici e in sicurezza.


Continua a leggere l'intervista :  www.expat.com/it/intervista

Clicca qui per leggere tutte le altre Interviste agli espatriati e condividile sui social networks, trovi le icone dedicate nella pagina di ogni intervista.

Saluti,

Francesca

Nuova discussione

Traslocare in Polinesia Francese

Consigli per preparare un trasloco in Polinesia Francese

Voli per la Polinesia Francese

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Polinesia Francese