Close

La sicurezza in Brasile

Salve a tutti,

vi propongo un argomento delicato ma importante da considerare in vista di un espatrio.

Cosa ne pensate del livello di sicurezza in Brasile? E’ un paese in cui vi sentite sicuri?

Qual’è il tasso di criminalità, ci sono problemi sociali o tensioni all’interno della popolazione?

Si può uscire tranquillamente da soli di giorno come di notte? Ci sono delle precauzioni da prendere?

Condividete con noi la vostra opinione sulla sicurezza in Brasile e nella città in cui vivete attualmente.

Grazie in anticipo,

Francesca

Cara Francesca, io vivo a Brasilia e devo dire che, nonostante quelloche si sente in TV, io mi sento abbastanza sicuro di uscire per strada, sia da solo che con la mia famiglia, certo occorre prendere alcune precausioni, ma come in tutte le grandi città. Io sono nato e cresciuto a Roma e non mi verrebbe mai in mente di andare in giro da solo, a piedi, di notte alla Stazione Termini o in qualche vicolo scuro della periferia.

A Brasilia è la stessa cosa, se stai al centro, ma anche in periferia, in vie movimentate puoi tranquillamente passeggiare a piedi che nessuno ti dice nulla.

Direi invece che è molto più pericoloso circolare per strada, viaggiare da una città all'altra, li si ci sono pericoli inimmaginabili per come guidano i Brasiliani e soprattutto i camionisti, non rispettano nessuno e siccome qui le distanze sono enormi, spesso viaggiano stanchi o drogati.

Dalle notizie nefaste che si sentono in TV sembrerebbe che il Brasile sia molto pericoloso e certo non è un paradiso, ma bisogna dire che qui la maggior parte delle notizie che danno in TV sono solo di questo tipo, ti parlano pure se per strada hanno investito un cane o un gatto o di semplici incidenti senza conseguenze fisiche, cosa che in Italia nei TG a volte nemmeno parlano di incidenti più gravi o di rapine meno violente e soprattutto non parlano quasi mai di furti in negozi o case a meno che non ci scappa il morto. Qui trasmettono di tutto anche dei tentativi di furti o rapine, va da se che la gente che ascolta dice "mio Dio, ma quanta violenza...", sono certo che se un Italiano passa una notte in un commissariato di Polizia, direbbe la stessa cosa.

C'è poi da dire che il Brasile è grande quasi quanto l'Europa con poco più della metà della popolazione Europea, è come dire che se al telegiornale Italiano dovessero trasmettere tutte le notizie di rapine, furti e  incidenti d'auto che succedono nella metà dell'Europa, la gente direbbe che anche l'Europa è un Paese molto violento.

Certo poi ci sono città più o meno volente come Rio e San Paolo, o Maceiò e Joao Pessoa (che dalle statistiche risultano tra le città più violente del Mondo) ma li ci sono fenomeni differenti, nelle prime due la microcriminalità e la droga che esistono in tutte le grandi metropoli (solo queste due città sommano più di 30 milioni di abitanti), nelle seconde due gli omicidi di onore che innalzano il tasso di omicidi per numero di abitanti, ma se stai fuori da queste cose e non pesti i piedi ai locali nessuno ti dice niente.

Insomma alla fine dico questo, la gente fa in continuazione dei bilanci di vita, soprattutto gli stranieri che se vogliono se ne possono tornare al loro Paese o emigrare in un altro e penso che se le città Brasiliane fossero cosi violente come si dice, la gente se ne andrebbe a vivere in altre città, non credi? invece queste 4 città che ho nominato sono tra le mete preferite degli emigranti, sia per le grandi opportunità di lavoro offerte dalle prime due, che per le bellezze naturali e lo stile di vita delle ultime due invase soprattutto da stranieri.

Un abbraccio
Claudio

Ciao Claudio bentrovato e grazie per la partecipazione, ho letto con vivo interesse la tua testimonianza  :)

A risentirci,

Francesca

Sono brasiliana e sono tornata in Brasile da quasi 2 anni.La sicurezza a Fortaleza esiste soltanto nelle zone turistiche ma non efficiente.Non puoi portarti niente,gioielli,telefonino,tablet o qualsiasi cosa di valore economico.Durante il giorno devi evitare alcune zone e comunque girare senza far vedere troppo quello che hai,la sera in alcuni posti sono abbastanza tranquilli e puoi uscire tranquillo ma alcune zone anche turistiche ,sono un pó abbandonate dopo un certo orario e quindi tornando in macchina puoi avere delle sorprese.Il problema maggiore della violenza qui peró sono le droghe.Piú che altro il crack.Sono piú i casi di deliquenza fra di loro che spacciano e i viziati.Noi viviamo nelle mani di Cristo giá che possiamo essere vittime di questa deliquenza anche sul pulmman,dentro casa...il popolo brasiliano é il secondo popolo piú stressato al mondo dopo i giapponesi ma ce da dire che qui lo stress é anche per la mancanza di sicurezza,sai che esci di casa ma non sai se torni..tutti viviamo cosí... la nostra Presidente insieme a quello precedente sono riusciti in questi anni a trasformare il Brasile in una fabbrica di nullafacenti,dove nessuno vuole piú lavorare..altro che paese benedetto da Dio,il Brasile si é trasformato in un paese senza ordine e molto meno progresso..questo problema peggiora quando parliamo delle cittá di São Paulo,Maranhão,Maceió,Rio de Janeiro e Goiania..certamente non posso non dire che la maggior parte dei brasiliani non sanno guidare,non rispettano nessun tipo di legge autostradale e bevono molto,nonostante la tolleranza zero inserita da un pó di anni,mancano i controlli.In Brasile manca una gestione seria e efficace,mancano poliziotti,mancano medici e rispetto per l'essere umano.Negli ospedali la gente è buttata per terra,qui dove vivo io non ha nessun centro medico SUS,solo 1 ospedale per una popolazione di piú di 100.000 persone.Pero ce da dire che per quanto riguarda fare impresa,in Brasile ancora é possibile anche perché iol governo aiuta molto i piccoli imprenditori e hai tanto spazio per crescere visto che in Brasile mancano ancora tante cose.Io amo il Brasile per le sue bellezze ma qui nel Ceará ,anche se bellissimo,non puoi vivere,solo far turismo... peccato soltanto per la sicurezza...

@ cearaturismo > Ciao e benvenuta! Mi fa piacere leggere il tuo punto di vista dato, è interessante conoscere il pensiero di chi è nato, cresciuto nel paese e l'ha visto magari cambiare nel tempo. Grazie mille.

Un saluto,

Francesca

Il Brasile secondo me non cambiera mai . Sono qui da 13 anni e me ne sono bastati , ora dovro ricominciare da capo in un altro paese pero sempre meglio che continuare a illudermi , lasciare qui 13 anni della mia vita anzi che la lasciarci la pele  . Qui si vive nella gabbia per avere l`illusione di essere sicuro .

Sono stato in Brasile varie volte, tra due e tre mesi per volta nello stato di Bahia. Ebbene la sicurezza è un problema molto serio. Devi uscire senza nulla addosso e possibilmente non di sera. Poiché abitavo presso la mia amica brasiliana era lei stessa a suggerirmi come comportarmi. Anche di giorno evitavamo luoghi poco trafficati. Ho visto, in Tv in diretta ,macabri episodi di violenza soprattutto a S.Paolo.
Per quanto riguarda la sanità, viaggiando con una polizza assicurativa dall'Italia, ho trovato e provato su me stesso che i medici, almeno in quel di Ilheus Bahia, sono preparati per quanto riguarda la diagnosi e le assistenza di base. Altro non posso dire.
Luoghi con una natura stupenda ma limitata libertà causa poca sicurezza.

Io  sono a Rio de Janeiro e ad oggi non mi è mai capitato di vedere o subire nulla, ancora. Devo dire che io esco sempre di giorno da sola in orario di scuola e quando i supermercati sono pieni. non mi sognerei mai di uscire da sola di notte nemmeno in taxi.In più oltre alla fede e il solito paio di orecchini e una collanina non metto, sto attenta alla borsa e anche ai semafori. insomma io sono di Napoli, ci sono abituata a stare attenta, ma il problema è che la città è enorme! E vero che la tv trasmette solo le notizie di scippi e assassinii, o comunque di questo tipo, ma è anche vero che ci son molti mendicanti che dormono per strada, donne con bambini che chiedono l elemosina, ragazzine che vendono stracci per pulire la casa e i maschietti vendono le caramelle.frequentiamo sempre le stesse zone e sempre di giorno, di notte mai.

Si certo, il Brasile è un paese immenso. E come in Italia i tassi di crimine di certe zone del nord sono decisamente minori di quelli di certe zone del sud, questo vale pure per il Brasile. Ovvio che le zone metropolitane sia del nord che del sud siano un caso a parte, come le zone metropolitane di quasi qualunque area del mondo.
Purtroppo per il Brasile però le cose sono un po' peggiori da come le "sensazioni personali" potrebbero suggerire. Ad esempio, chi vive nei bairros migliori di Belo Horizonte, percepirà tutto sommato un buon senso di sicurezza, perchè il Minas Gerais e la sua capitale sono, sotto questo aspetto, un'isola felice.
Quindi non sono le sensazioni personali a preoccupare, ma i dati oggettivi e non conta dire che il Brasile è grande quanto l'Europa. infatti i dati scientifici sono oggettivi e comparabili, dal momento che si riferiscono a crimini e omicidi ogni 100.000 abitanti. E questi dati, raffrontati con quelli europei, danno i brividi.

Nuova discussione

Traslocare in Brasile

Consigli per preparare un trasloco in Brasile

Voli per il Brasile

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Brasile