Close

5 consigli per un espatrio di successo in Indonesia

Ciao a tutti,

Quando ci si appresta a trasferirsi all'estero, Ŕ normale avere mille dubbi e domande.

Invitiamo quindi tutti gli espatriati a condividere con noi 5 consigli per prepararsi al meglio sia al trasferimento che alla vita in Indonesia.

Quali sono i passi da seguire in base alla vostra esperienza?

Fateci sapere quali sono i vostri 5 suggerimenti per un espatrio di successo in Indonesia!

Grazie mille in anticipo,

Francesca

Ciao Francesca
con quello che scriverò, cerca di darmi 2 valigie e due stelline,grazie ahahhahhahah

1)Quali sono i passi da seguire in base alla vostra esperienza?

a)Arrivare, almeno due volte in indonesia, per capire il luogo,città,che più si addice a un business o a un pensionato,secondo il vostro metro,che sarà di natura europea e quindi non applicabile all'asia:il grosso errore che commettono molti è quello di fare questa valutazione,non essendo a conoscenza,delle varie leggi,dei costumi e usanze ed in particolare dei rischi a cui si può andare incontro,quindi la visuale in questi due viaggi non dovrà essere quella del turista,ma di quello che studia,posti,persone etc attraverso la comunicazione(che purtroppo sarà difficile,perchè pochi indo conoscono l'inglese,i documenti tendono ad essere scritti in bahasa e la comunicativa delle persone sarà orientata,cioè l'indo vi guardera,come un essere dal quale scucire soldi e la loro vera essenza non la capirete, se non dopo lungo tempo.)e l'atteggiamento,nelle varie fasi.

b)Determinare che tipo di visto si vuole ottenere(per un ceck veloce basterà quello turistico 30 + estensione ad altri 30 giorni),un pò più approfondito,trovando una persona che vi faccia da sponsor(cioè in definitiva un indo che garantisca per voi..)che sarà il socio-cultural,60 giorni + rinnovo per altre 4 volte di 30 giorni per un totale di 180 giorni.Con tutti questi tipi di visti non potrete lavorare,ma valutare con attenzione si.Poi passerete alle varie Kitas.

c)Trovato il vostro posto,usando un criterio asiatico,sarete alla ricerca di una casa e questa sarà una valutazione difficile,la prima cosa da vedere, sarà la dimensione dei pilastri(che devono essere minimo di 20 cm di lato,mentre è uso costruire case con 10 cm di lato)interni,per comprare una casa "sicura",soggetta senza rotture ai terremoti,ricordiamoci che l'indonesia ha moltissimi vulcani e che a ovest, corre per tutta java,sumatra,bali una falda,che spesso si muove,creando catastrofi di buona portata(circa un mese fa, in Bali, c'è stato un terremoto, il cui epicentro, era vicino a Lombok nel mare,l' epicentro era del settimo grado,a Bali è arrivata del secondo),ma i giornali hanno riportato la notizia sminuendo.
La seconda cosa,l'impianto elettrico che dovrà essere a norme CE,seppure costruito in indonesia(studiatevi la normativa cosi potrete fare una valutazione),perchè molte case bruciano(la struttura del tetto è in legno),dovute ad una scintilla proprio del impianto.(per chi vive a Bali, la BCA di Kuta,jl Tuban alla fine, si è incediata per questo) e poi infine l'impianto idrico,le cui tubazioni, saranno, se la casa è vecchia di almeno 10 anni, in piombo di pessima qualità,quindi facile alla corrosione con perdite sotteranee.
Diciamo che queste sono le valutazioni essenziali,poi chiaramente, ve ne sono molte altre,se siete esperti,non sbaglierete.

d)Valutazione del business e qui mi fermo,fate una valutazione molto approfondita,perchè se innovativo,in meno di un anno ve lo copiano,quindi in questo anno,dovrete giungere al vostro apice, sia di entratura nel mercato,sia di ottimizzazione

e)Farvi  molti amici,nella polizia,immigrazione e nelle caste,dei notai,avvocati etc insomma delle persone che contano, a quelli che vi vendono la frutta,capirete col tempo perchè e come vi vedranno,vi torneranno utili e voi li ricompenserete.

f)ed è l'ultimo punto,ogni tanto,fate quello che viene chiamato"punto nave",attraverso questo, avrete capito se siete giunti alla vostra quite e ai vostri obiettivi, in un paese che sembra, una democrazia,ma è in definitiva è una dittatura religio-politica.

X Gian
...per quello che scrivi io ti metterei i Black List/ma sei un amico quindi ti assolvo :D
non entro in merito a come è dove vivesse una persona prima di trasferirsi
dico solamente che ci stanno vendendo un prodotto scaduto ossia Bali!!
😂 questa è l'isola che non c'è. ..citando Bennato!
Non voglio spaventare nessuno ma nemmeno fomentare facili entusiasmi!
in primis qui non avrai mai un amico "disinteressato dimentica la parola "riconoscenza"
L'indo/balinese ho solo una fede quella del denaro uomo o donna che sia!
Non farti fregare da accativanti sorrisi rispondi solo si o no e non stringere la mano a nessuno  che non serve a nulla!
In bali ci sono tanti posti per vivere ma per non trovarti a dormire con qualche serpente devi sempre stare nelle vicinanze delle città, sopratutto se vuoi un wifi/evita le case balinesi diciamo antiche a meno che non siano state rifatte nuove!
Per cibarsi non è un problema!
il problema è il traffico e la mancanza di educazione stradale nei confronti dei pedoni
non puoi camminare, ci sono marciapiedi sconnessi, pieni di buche, per non parlare di auto e moto parcheggiate di traverso per farti capire che tu non devi camminare ma usare il taxi!
I luoghi che ci mostrano nei filmati sono tutti diventati parco nazionale visitabile a pagamento!
Quello che vedi senza pagare sono le innumerevoli costruzioni e i corsi d'acqua pieni di immondizia!
Preparati mentalmente prima a questo se vuoi restare per viverci a lungo!Sappi che in generale non piace a nessuno la parola "lavoro" per non entrare in merito a come concepisco no le "pulizie"!
io ne ho conosciuta fin troppa gente a cui andava bene tutto! Caso strano dopo un po'di tempo spariscono! !
Di quello che resta a mio parere è sempre meglio qui che in Italia! !
Ciaooo

ciao a tutti
parlando di esperienze , che dire ,un expatrio  internazionale non e' una passeggiata ,
mille cose da fare nel paese di origine e altrettante nel paese di trasferimento ,
c'e da perderci la testa !
la cosa peggiore che potesse venirmi in mente e' stata la spedizione di merce "oggetti personali " , un consiglio grande ,  non lo fate , regalatela , datela ai poveri , fare un garage sale ... ma non spendete dei soldi per  un container  , non tanto per la spesa che e' comunque esagerata  , ma per quello che vi aspettera' una volta che la vostra merce arrivera' in Indonesia , ad oggi dopo quasi 3 mesi e a poco dall'arrivo della merce nel porto di Surabaja , non so ancora quanto mi costera' farla arrivare fino a Bali  , quali documenti sevono , ogni agente interpellato mi risponde con cifre e documenti diversi ,  leggendo in rete sto scoprendo risvolti allucinanti su quello  che in realta' sembrava una semplice spedizione .

Nuova discussione

Traslocare in Indonesia

Consigli per preparare un trasloco in Indonesia