cerco lavoro a bali

ciao a tutti mi chiamo matteo e sono un ragazzo di 24 anni che vive a milano.
sono alla ricerca di un occupazione lavorativa di qualsiasi tipo nella città di bali.
cartacce che porto con me: ho conseguito la maturità scientifica, una laurea in scienze motorie, il first english certificate, il brevetto di salvataggio bagnanti, di istruttore di nuoto e personal trainer riconosciuto a livello internazionale.
sono stato affascinato dal mondo della musica sin da bambino e ormai sono circa 10 anni che suono la chitarra in diverse band e progetti musicali tratrali.
amo dipingere e fare tutto ciò che è arte, a mio parere elementi fondamentali per un equilibrio interiore e non solo.
mi considero una persona positiva con tanta voglia di imparare mettendosi in gioco anche in nuove realtà non solo lavorative ma di vita; non ho problemi a lavorare sia da solo che in team per raggiungimento di obiettivi personali o aziendali.
perchè voglio andarmene? perchè da sempre sono attirato da questo paese per la sua cultura, usanze e stile di vita. stanco di una vita da occidentale mi piacerebbe capire l'essenza di questo posto e magari un giorno innamorarmene.
se qualcuno fosse interessato al mio profilo o anche solo per info non esiti a contattarmi.

un saluto a tutti!

matteo

Ciao Matteo,

ben arrivato su Expat.com!

Complimenti, sembri davvero una persona in gamba  :)

In bocca al lupo per il tuo progetto,

Francesca

Non puoi lavorare in Indonesia se non hai un visto che costa 1200 $, pena la prigione qualche anno oppure l'espulsione più una bella multa. Generalmente gli stipendi vanno da 1.250.000 rp a 6.000.000 rp quindi fai la dovute proprozioni. A mio parere è molto meglio se trovi lavoro in un'azienda prima di venire qua oppure se contatti un tour operator come lavorante tanto per essere sicuro che loro ti pagheranno il visto. Mi spiace stroncare le tue speranze sul nascere ma dubito che qualcuno spenda 1200 $ per te senza nemmeno averti conosciuto. Stai all'occhio!

Ciao Matteo,io sono un pò più positivo di Tapioca,contatta le case discografiche Indonesiane,magari inserendo qualche tuo CD, che hai fatto o qualcosa di simile,se nessuno ti dovesse rispondere,contatta quelle coreane(hanno sempre un aggancio in indonesia).E' vero,dei 1200 USD, è vero degli stipendi,ma le case discografiche, ora, sono sempre alla ricerca,di gente estrosa,che faccia i video per le cantanti etc.Prima di partire,assicurati di avere un contratto in mano,indonesiano o coreano,quindi te ne andrai,a lavorare ad esempio, in corea(o in Cina, dove si sta concretizzando, la musica moderna,mia moglie conosce un cantante, discretamente famoso) e poi vedrai per l'indonesia(se proprio nessuno ti dovesse contattare...):Comunque la tua base sarà Jakarta,non Bali(a Bali, mancano le strutture per la ricezione di cantanti di "peso").
Questo per la musica.
Per la laurea in scienze motorie,a Bali mancano dei "buoni fisioterapisti" e molti ospedali, ne sono alla ricerca,quindi scrivi a tutti gli ospedali, a cominciare dal "Siloan"(uno dei primi di bali),poi "Casi Ibu",ma poi facendo una ricerca in internet, ne troverai a iosa,sempre fatti fare un contratto scritto e che te lo spediscano in italia.
Per il salvataggio,nuoto etc lascia perdere,sono sufficientemente "incapaci" da loro,sto parlando degli austaliani,che infestano Kuta e C e poi quando,un ragazzo in surf(indonesiano),ha preso l'onda e questa,non si sa perchè è finita improvvisamente,e ha picchiato la testa sul surf,quello che scrive, dopo 5 minuti che discutevano, chi doveva andarlo a prendere,è corso in acqua e se l'è portato a riva e poi mi sono dileguato(non amo tanto la pubblicità per varie ragioni).
A 24 anni,hai sicuramente il diritto di sognare,di esplorare e di fare le tue esperienze e che NESSUNO ti STRONCHI,ma ricorda, in Asia, bisogna essere molto realistici e concreti,se no la tua strada, si fermerà di fronte ad un burrone.Se hai domande scrivi

Francesca, ti ha già adocchiato,attento alle donne, sono sempre in caccia........ :D  :D

Io andrei molto più con i piedi di piombo, é bello sognare ma lavorare in Indonesia senza kitas costa 5 anni di prigione. La prigione indonesiana é una specie di cortile a cielo aperto dove l'unico pranzo é una ciotola di riso. L'itterizia spopola e praticamente nessuno arriva oltre 2 anni. Questa settimana hanno arrestato 3 italiani che "lavoravano come dottori" a Jakarta dato che hanno peso la cosa sotto gamba e sono andati in prigione senza passare dal via. Qua associazioni come medici senza frontiere, emergency sono viste come sovversive. AGLI STRANIERI È VIETATO LAVORARE NEGLI OSPEDALI PER LEGGE. Non chiedere MAI di lavorare in ospedale pena la prigione. Stai all'occhio!!

Giusto per completezza, qua illustrano cosa non è possibile fare agli stranieri (closed) e cosa è possibile fare corrompendo qualcuno (tutto il resto). http://www4.bkpm.go.id/contents/general … GolmfmsVMQ

Ciao Tapioca, per dirla in parole povere
che senza Kitas in indonesia, si vada in prigione,lo dice solo la legge,in genere ti danno una multa e il via per il paese dove sei nato. Come se prendessero uno in Italia, senza passaporto,certo non si è trattati bene.....!!!!Quindi ci vuole la KITAS e 2 anni,sicuramente, non ci si resiste, non tanto per " l'ittero",che è un problema di fegato, quanto per il glucosio nel sangue,il DIABETE,NON l'ittero,dovuto al fatto, che il riso indonesiano,contiene una elevata quantità di amido,che viene metabolizzato, da noi, in un polisaccaride,ZUCCHERO,per dirla in parole povere
In merito agli italiani,arrestati,caro Tapioca, bisogna che tu sia preciso.
Ai 3 Sig.ri Medici, che stavano facendo uno "stage" a Jakarta,il Governo Indonesiano aveva,con circolare ministeriale,inibito la libera professione(è vero, in indonesia, la libera professione medica è proibita,ma con l'attuale Ministro della Sanità "Nila Moeloek" Dr in Oftalmologia,Università degli studi Jakarta     eatforum.org/person/professor-nila-f-moeloek/       le cose nel breve, cambieranno).Che cosa hanno fatto? Di nascosto,nel periodo di un anno,si sono creati una propria clientela e si sa, "l'invidia" ha creato, la denuncia.
Quando ho tempo, vi cerco l'articolo del Jakarta Post.
Nel caso di Matteo,le cose sono differenti,perchè la legge dice, che se un Ospedale lo chiama(l'Ospedale, sia privato che pubblico,deve aver già fatto la domanda,per un lavoro a tempo determinato, al Ministero),nella lettera di ingresso sarà indicato il periodo, nel quale lui svolgerà le sue mansioni e il luogo.
Quindi,prima di dire delle cose non esatte, sarebbe meglio informarsi.
La frase poi, "AGLI STRANIERI È VIETATO LAVORARE NEGLI OSPEDALI PER LEGGE", vi rimando al prossimo post, nel quale una società UK, per conto di un ospedale indonesiano, cercava del personale,anche manageriale,ma ormai l'annuncio è scaduto.(certo non personale medico).
Mi sono dimenticato, circa Amnesty e Medici senza frontiere,etc,quindi società no profit,il nuovo MINISTRO, PER LE RISORSE ENERGETICHE E MINERARIE, " SUDIRMAN SAID",andatevi a vedere che cosa ha creato,prima di diventare ministro(leggere nel Blog Balitaliani presente qui)io in queste due società, ci sono stato e non ho trovato gente, così estremista e categorica.............inoltre, il nuovo Presidente è un moderato.

Dear Ladies and Gentlemen,

    we are an international recruitment company based in London uk. (hclplc.com) currently working for a client based in Indonesia who are looking for candidates suitable for his core management team to work for a new medical university hospital in Jakarta. Our client prefer candidates idealy from Australia, Europe, UK or South Africa. Fluent in English is essential, no need to speak Indonesian languages.


    Salary range USD 10.000 to 15.000 per month (3 to 5 years contract)

    1. Envoy, CEO
    2. CEO personal assistant/secretary
    3. Director of Business development
    4. Director of public relations
    5. Deputy director of public relation
    6. Director of Operations

    Project team (3 years contract) 4000to7000 USD per month
    7. Chief Architect
    8. Project Manager
    9. asst. project Manager
    10. Chief Designer


    If you are experienced and interested in those job positions please send me your cv to kuklan.kwan[at]hclplc.com and I will contact you with further information.

    Thanks and regards

Se poi vogliamo dirla tutta,un medico generico, in italia, può aprire una farmacia?
In teoria no,ma,ma,(il due ma è dovuto), basta trovare un farmacista compiacente,dargli una percentuale sulle vendite e il gioco è fatto.La farmacia è intestata a lui(al farmacista intendo),le tasse le paga l'altro fine.
Applicate il tutto all'indonesia,con la variante dei permessi di soggiorno.
Io semplifico,NON ,complico la vita agli altri e poi, forse, bisogna saperne, una più del diavolo.

Gianload forse te puoi permettere di pagare una multa da paura ed essere espulso dall'indonesia, aggiungo finendo in black list, altri non possono. Altri non avendo i soldi per farlo andrebbero in prigione. Suggerire cose vietate per legge in un altro paese non é coretto, mi sarei aspettato l'intervento della moderazione del forum, ma va bene uguale. La gente non scrive qua per le opinioni personali della gente ma per conoscere come stanno le cose. In Indonesia se fai qualcosa di vietato VAI IN PRIGIONE e se incontri l'islamico a cui non piacciono gli stranieri, in prigione ci resti. Comunque dato il tuo tono poco simpatico vorrei solo renderti partecipe del fatto che spiegando il diabete a un diabetico perdi il tuo tempo.

Ciao Tapioca,non capisco perchè te la prendi tanto,in Indonesia vige un concetto,rispettare per essere rispettato,ma se non sei rispettato(tu come persona)che fai?
Chini la testa e passi oltre, "permisi",con la mano rivolta verso il basso,allora te ne stai in italia.
E' finito quel tempo, delle "squadre della morte" di Suharto (dittatore indonesiano,che molti ricordano).La nuova indonesia è fatta di giovani(purtroppo molti estremisti),guarda l'attuale governo,sono tutti sotto i 45 anni.
Caro,tu sei il secondo,che mi vuole,"bannare" (Francesca devi intervenire....... :D ) perchè arriverà presto il terzo.
Tu dici "La gente non scrive qua per le opinioni personali della gente ma per conoscere come stanno le cose",quindi in poche parole,quello che dici tu è la verità,mentre quello che scrivo io sono"baggianate".
Mi viene da ridere,tu sei il secondo che "ha paura" dell'islamico e finisco qui.
Io non spiego, il diabete,semplicemente, lo so curare,senza insulina e non ho inventato io la cura,ma i medici cinesi,basta mangiare per 3 mesi, 3 "patate" di "Keladi" al giorno e seguire una dieta,semplicissimo e economico.
Se date ascolto a Tapioca,non arrivate in Indonesia,avrete sempre paura,che all'islamico gli girino..........e per tua informazione ,io non mi posso permettere nulla,ma ho trovato,QUI,quello che ho cercato da sempre.

Salve,

scusate ma in questo rimbalzare di post ho perso il filo del discorso, la discussione è difficile da seguire e cosa abbiamo concluso?  :huh:
Lo spirito del nostro sito è condividere informazioni allo scopo di aiutarsi reciprocamente ( non andarsi contro) e ci tengo al mantenimento di una certa armonia affinchè l'esperienza degli utenti che navigano sul sito sia la più piacevole possibile.

Grazie per la collaborazione,

Francesca

Abbiamo concluso che è giusto non rispettare la legge locale sul lavoro, non facendo il giusto visto per lavorare (settimana scorsa ho avuto una visita dell'immigrazione a casa), perchè tanto si può corrompere tutti e pagando una tangente se va bene non si finisce in prigione e si viene solo espulsi (cosa dalla quale mi dissocio), inoltre è stato consigliato di fare lo stesso anche in italia per aprire una farmacia (cosa dalla quale mi dissocio). Dopo questo ho abbandonato la discussione.

Secondo me purtroppo siamo punto e a capo, non abbiamo concluso molto  :/

Beh insomma ragazzi da quel che ho capito è che mettere piede direttamente/indirettamente senza una contratto cartaceo già in mano è al quanto difficile sopravvivere se si è privi lucro..mmmm molto bene ora son proprio felice ahahah  Grazie dell'aiuto e del tempo a disposizione per rispondermi a tutti! Vedrò di cavarmela :)

Ciao Matteo,hai concluso in maniera perfetta,devi avere un contratto prima di partire

X Francesca,ed è una email aperta come vedi.
Io sono stato sicuramente molto irruente,con un paio di persone,ma la ragione è semplice,non dicono la verità sino in fondo,la dicono per SENTITO DIRE  e questo è un difetto degli expat italiani e se vuoi degli italiani.
Dicono la loro verità,quella che hanno vissuto e se fai delle domande specifiche,vedi che alla fine,esprimono opinioni e non dati di fatto.
Per avere delle risposte PRECISE a molte domande,non generiche,o trovi uno che si informa per te o ti rivolgi ad un consulente(che le spiegazioni te le da,ma non fino in fondo.........è il suo lavoro).Quindi finendo,se uno chiede....che tipi di Visto ci sono in Indonesia e quali documenti devo presentare,la risposta,sarà soggettiva e non oggettiva.Perchè?? Perchè esistono vari tipi di KITAS,non UNO e sinceramente, io non me li ricordo tutti,se un mio amico mi chiede,devo fare la Kitas(non essendo il mio lavoro)lo mando dalla mia amica,se mi chiede, dove si mangia una pizza buona, gli dirò la mia realtà,contestabile sin che vuoi.

Qua si continuano a scrivere castronerie, esiste solo un tipo di kitas/kitap per lavorare e molti per vivere in indonesia. Per esempio esiste il kitas per sposare una ragazza locale, uno per portarsi dietro la propria moglie ma non permettono di lavorare. La possibilità di lavorare é subordinata al pagamento di 1200$. Per leggere tutto questo basta andare sul sito dell'immigrazione indonesiana, non serve nessun consulente. In alternativa gli uffici dell'immigrazione rilasciano su richiesta dei volantini in inglese, dove é chiaramente scritta la procedura (é la stampa del sito). Per richiedere il visto basta registrarsi on line come per tutti i documenti indonesiani, parte della registrazione é in indonesiano, ma questioni come nome, indirizzo si capisce tutto senza problemi.. Una volta registrati si ha acceso a una specie di software dedicato, io ho fatto da me dato che ho una società e mi sono sponsorizzato da solo.  Comunque ognuno tragga le proprie considerazioni, per quanto mi riguarda clandestino in un paese dove vige la pena di morte e viene comminata con leggerezza MAI.

Per chi non volesse informarsi da questi italiani cattivi che nascondono sempre tutto:

http://www.imigrasi.go.id/index.php/en/

Discussione chiusa. Prego consultare il sito web del Dipartimento dell'Immigrazione in Indonesia per informazioni.

Grazie,

Francesca

Chiusa
Nuova discussione