Close

Le due facce del Brasile

Buongiorno a tutti,

quando si visita un paese straniero per turismo, tutto sembra meraviglioso.

Trasferirsi all’estero per viverci è diverso. Per quanto sia un’esperienza che arricchisce, il percorso di un espatrio comporta difficoltà.

E’ importante considerare le due facce della vita in Brasile.

Tu, espatriato in Brasile, come descriveresti i diversi aspetti della tua esperienza?

Grazie in anticipo per la gradita testimonianza,

Francesca

Io abito a rio. Citta fantastica mare e montagne vista meravigliosa belle donne e il resto? Violenza gente che muore per una cavolata omicidi a tutto andare. Sanita peggio che africa educazione basica scuole dello stato pessime saneamento peggio ect ect ect. Metto ect perche sono stanco di questo paese che non funziona. Punteggio 4.. io abito  qui da sei anni e guadagno circa 4000 reas ovvero 1500  euro. Tutto e caro macchine vecchie care scarpe tennis carissime vestiti non ne parliamo. Questo paese e per i ricchi brasiliani e i poveri brasiliani sono foxxx con 350 euro al mese. Vado via a marzo in italia e dopo ritorno a londra per lavorare. Forse ritorno in vacanza...forse.ciaoo

Ciao Toni,

grazie per aver condiviso la tua esperienza, come mentionato nel mio post iniziale vivere all'estero è un'esperienza che arrichisce ma non priva di difficoltà come tu hai testimoniato.

Auguri per il futuro,

Francesca

Ero stata in vacanza a Fortaleza nel 2011 e sono rimasta "abbagliata" dal clima stupendo, dal mare e dalla voglia di divertirsi e far festa dei brasiliani e l'anno scorso mi sono trasferita a Porto das Dunas, una localià alle porte di Fortaleza.
Prima di trasferirmi non avevo considerato alcuni aspetti della vita in Brasile: alcuni non li conoscevo, altri invece li avevo sottovalutati:
- le rapine sono molto frequenti, quindi bisogna evitare determinate zone e stare attenti quando ci si sposta a piedi o con i mezzi pubblici. 
- abitazioni: è più sicuro abitare in palazzi con tanto di portiere e di mura sormontate da recinzione elettrica, che sono più piccoli e più costosi delle case indipendenti.
- il costo della vita è alto in relazione agli stipendi.
-per avere salute e istruzione di qualità ci si deve rivolgere a strutture private. E le scuole sono care... Per farmi capire meglio: io sono diplomata e non ho la laurea. Lavorando a tempo pieno potrei guadagnare al massimo sui 1000 reais. Gli asili per il tempo pieno chiedono dagli 800 reais in su.
- i lavori part-time sono rari, quindi chi ha figli li deve per forza lasciare tutto il giorno all'asilo/scuola o con una baby sitter (il tempo pieno all'asilo è di 10/11 ore)
- se si ha intenzione di avere figli in futuro è bene sapere che qui il congedo per maternità dura solo 4 mesi in totale

Ciao sono Andrea, io dopo essere stato in vacanza a porto alegre nel sud, nel mese di novembre, sto pensando a un mio futuro spostamento li in brasile.
Ho solo un diploma e in italia faccio l operaio, dopo aver letto il tuo racconto tu sconsiglieresti di andare a vivere in Brasile, anhe se non si va li per avere chissà quale pretese, , secondo te sono troppe le differenze e gli aspetti negativi per far si che un italiano possa abituarsi???
Chiaramente mi rendo conto che è un po superflua la mia domanda, ma giusto in generale mi interessava una tua risposta.
Grazie

Ciao Andrea!
Io ti scnsiglio vivamente di venire in Brasile per cercare lavoro come oparaio/cameriere/barista o cose del genere. A parte il fatto che se non hai il visto è molto difficile che qualcuno ti prenda a lavorare, poi con uno stipendio di 900/1000 reais (o anche meno, qui lo stipendio minimo è di 724 reais) hai difficoltà, non a vivere bene, ma a vivere dignitosamente...
Alle differenze e agli aspetti negativi prima o poi ci si abitua, ma che possa piacere vivere in Brasile nonostante tutto è un fattore molto soggettivo... io personalmente non sono molto convinta di volermi stabilire qui definitivamente...

ciao, da quanto tempo ci vivi? è un posto sicuro per una donna? grazie ciao

Ciao Bianca,
io mi sono trasferita in Brasile ad aprile dell'anno scorso. Il Brasile in generale non è un Paese sicuro, nemmeno per gli uomini... se dai un'occhiata alle città più pericolose del mondo vedrai che ne compaiono diverse brasiliane, Fortaleza compresa....

Ciao  tutti , io sono qui a Rio da gennaio di quest' anno e superata la fase iniziale dell' entusiasmo della voglia di vedere e fare, si ripiomba nella vita reale, fatta di scuola pomeridiana e di spesa al supermercato che ti porta via un sacco di soldi, bollette salate e centri commerciali. Credo che il brasile ed in particolare Rio siano belle per vacanza ma per viverci no. Spero che il tempo passi in fretta e che in un baleno mi  ritroverò in Italia. Per vacanza si per viverci mai più. Beijos

Ciao, sono Patrizia, Torinese ora a San Paolo. Non mi pongo interrogativi sulla qualità della vita perché nel mio caso e' ottima. Se fossimo rimasti in Italia io e mio marito saremmo ad ingrossare le fila dei senza futuro. Il Brasile non è l'Italia, non ha storia e deve ancora crescere sotto molti punti di vista ma OGGI e sottolineo OGGI è la mia casa e ci vivo bene così come economicamente vivevo bene in patria prima della crisi. Migrare significa soprattutto non fare confronti, perché di solito sono negativi e si rimpiange il passato. Io no, vado avanti e domani forse penserò ad altre soluzioni ma oggi mi sento fortunata... Tanto!

Ci si abitua a tutto ...

Personalmente citerei una massima che mi pare molto giusta: "l'Europa è per i poveri, l'America (nord o sud) per i ricchi".
Ossia ciò che fa grande l'Europa è, tra le altre cose, una grande rete di servizi "sociali" in senso lato. Ossia dalle scuole pubbliche, alla sanità, ai trasporti, ai sussidi. In Italia abbiamo una situazione difficile, ma tutto sommato QUESTO aspetto è molto superiore ai paesi nel continente dall'altro lato dell'oceano.
Per contro, chi ha un reddito medio-alto, si può concedere lussi che a pari reddito un europeo non avrà mai. Tutto quel mix babà, embregada, faxineira, portiere, parcheggiatore, continue visite al "shopping", club, viaggetto a Miami per gli acquisti, ecc.  che tipicamente caratterizza la vita di quel tipo di brasiliani. Non sto parlando di redditi estremamente alti, ma di quella nutrita fascia di benestanti brasiliani che se la godono meglio dei pari reddito europei sotto molti punti di vista. Perchè se puoi permetterti scuole e buona assicurazione sanitaria te la passi piuttosto bene. Ad esempio: perchè l'Ikea ha relativamente poco successo in Brasile? perchè chi può affrontarne il costo è troppo abituato ad essere "viziato" e non vuole portarsi a casa scatoloni e montare mobili. Chiaro, si tratta di una generalizzazione, ma le dinamiche sociali brasiliane sono molto differenti dalle nostre. E si tratta comunque di persone anche loro intrappolate nel traffico pesante di un paese senza trasporti pubblici efficienti, e che vivono pure con costanti problemi di sicurezza.
Se invece sei della classe media o meno che media, la cosa cambia. Il costo della vita è molto più alto di quanto noi italiani pensiamo, se si guadagna in Reais e non in Euro. CI sono spese a cui un italiano della classe media non penserebbe di dover destinare gran parte dei propri introiti (educazione-sanità). I beni di importazione tra iva e tasse varie vedono un rincaro del 50-60% rispetto ai listini europei. Non per nulla c'è una notevole spinta di persone istruite ma non benestanti che stanno sempre di più cercando di trasferirsi in Europa, magari sfruttando antenati portoghesi / spagnoli / italiani o tedeschi.
Quindi a me piace il Brasile, e ancor più i brasiliani, difetti e "shock culturali" valgono per tutti i popoli, ma per il trasferimento in Brasile vanno valutati molti fattori dando nulla per scontato e soprattutto scordandosi quanto di "sociale" abbiamo nel nostro continente.
Soprattutto quando leggo domande un po' "ingenue" di chi chiede se è fattible pensare di fare gli autisti, camionisti, muratori, magazzinieri in Brasile, mi sorge spontanea la volontà di gridare alla luna: "ma da dove saltate fuori? avete la minima idea di come vivono le persone che svolgono quelle mansioni in Brasile?" (tralasciando gli aspetti burocratici, ovviamente)...

Nuova discussione

Traslocare in Brasile

Consigli per preparare un trasloco in Brasile

Voli per il Brasile

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Brasile