Close

La sanità in Tunisia

Salve a tutti,

come funziona il sistema sanitario in Tunisia?

Come giudicate la qualità delle cure mediche in Tunisia?

Quali sono le principali differenze tra settore pubblico e privato?

E’ consigliato stipulare un’assicurazione sanitaria privata in Tunisia?

Grazie per condividere con noi la vostra esperienza!

Francesca

Salve a tutti , sono Mauro di [oscurato per ragioni pubblicitarie] , e volevo dire la mia sul sistema sanitario Tunisino.
Scartando a priori gli ospedali pubblici , qui ci sono numerose cliniche private molto specializzate e qualificate a prezzi veramente conveniente rispetto alle nostre . un esempio una nostra amica per una asportazione di tumore al seno in clinica ha speso circa 1200 euro tutto compreso . gli esami oltre che essere immediati senz attese costano mediamente quello che in Italia si paga di ticket ...
Assicurazioni per pensionati qui in Tunisia non sono ancora disponibili , ma noi per esempio stiamo stipulando una convenzione per i nostri tesserati con una societa di mutuo soccorso che coprira circa l'80% dei costi anche all estero , per un costo oscillante tra i 250 e 450 euro annui .

Sono Maria Pia, in questo momento mi trovo a Tunisi alla clinica di medicina nucleare "Ceru" in place Pasteur, io sono ipertiroidea e questa malattia viene considerata "cronica".  Ciò vuol dire che la Cnam (equivalente della nostra Asl) mi ha fatto il foglio della "prise en charge" (presa in carico) e sono rimborsata al 100%. In questa moderna clinica ho fatto la scintigrafia. Ieri pomeriggio ho prenotato per la terapia dello Iodio 131 e questa mattina sono già qui, il tutto gratis senza pagare ticket e senza liste d'attesa. Mio marito ha problemi di diverticoli e un'ulcera al sigma, anche lui gli rimborsano il 100%. Il tutto con specialisti privati e cliniche private. Premetto che mio marito è pensionato Inps, per gli ex Inpdap è tutta un'altra storia. Però se si mettessero tutti insieme e protestassero un po' forse riuscirebbero a far capire ai ns capoccioni che la legge è male interpretata. Però siamo italiani....... a noi basta lamentarci con il vicino e fare casino x la squadra del cuore.  (Scusate ma a volte sono polemica)

Ma fanno la stessa cosa anche per i diabetici?

Si, ho diversi clienti pensionati con diabete i problemi cardiaci, tutti hanno la prise en charge. Si parla sempre di pensioni Inps

Buon giorno a tutti, purtroppo per noi "ex Statali", benché siamo tutti INPS nella nostra attività lavorativa abbiamo avuto una differenza di versamenti rispetto ai dipendenti privati. La diversità che fa la ASL infatti permette di scegliere tra tre tipologie di lavoratori pensionati:
1) Pensionati del settore privato autonomo;
2) Pensionati del settore privato subordinato;
3) Pensionati del settore pubblico.
Purtroppo presumo che benché si possano fare esposti e reclami il ministero della salute (competente) avrà tempi molto lunghi per modificare la normativa sempre se i compensi pagati dal lavoratore durante la sua vita siano compatibili con tutti, ma su questo non ho conferme, bisognerebbe porre il quesito direttamente al ministero (e quasi quasi lo faccio).
Devo comunque far notare che, come ha scritto mamo320 nella discussione #2, 450 euro di spesa annuale equivalgono a 37,50 euro mensili per garantire almeno il rimborso dell'80%... cosa dire ancora, in Italia comunque spenderemmo una cifra molto più alta per pagarci l'assistenza sanitaria dal nostro SSN tenendo presente come riportavano sia Mauro che Maria Pia nelle risposte #2 e #3 i tiket in Italia sono più cari, il servizio nazionale è più scadente e i tempi sono assurdi.
Antonello

Maria Pia, non mi è chiaro se tutta questa assistenza tu la ricevi perché tuo marito (o tu) è pensionato, o perché PAGATE UN'ASSICURAZIONE AGGIUNTIVA?
Te lo chiedo perché io sono IPOTIROIDEA, e in più ho degli di fratture alle gambe che provocano dolori. Occasionalmente devo fare esami del sangue o radiografie per monitorare la situazione (oltre le medicine per
l'ipotiroidismo). Espatriano in Tunisia, sarò coperta/assicurata per quanto sopra? Oppure, appunto DEVO FARE UN'ULTERIORE ASSICURAZIONE?
Grazie per una risposta.

Irene

Ciao Irene, io sono a carico di mio marito, pensionato Inps, (io sono un prodotto della Fornero e la mia pensione forse me la daranno nel 2020). Tutto quello che ho scritto l'ho avuto dalla mutua tunisina, l'iper o ipotiroidea è considerata malattia cronica, quando sarai definitivamente qui e sarai a posto con la residenza potrai fare richiesta, ti consiglio di portarti la cartella clinica. C'è una lista di malattie croniche ed ognuna di esse ha un numero di codice. Quando sarai qui potrai informarti sulle tue patologie. Per la tiroide sei coperta per l'altro problema non saprei. Ci sono degli ottimi specialisti di scuola francese ed anche italiana, i costi sono meno dei nostri ticket, es.: cardiologo din. 40/50, gastroenterologo, endocrinologa, diabetologo, din. 40, questi sono quelli di cui abbiamo bisogno noi. Per quanto riguarda le assicurazioni io non sono la persona adatta a rispondere in quanto (in Italia) ho sempre e solo pagato poi c'era sempre qualche scusa che non mi copriva. In Tunisia non so come funziona ma ti direi di leggere bene tutte le clausole. Sai quando si rimane scottata..., ma sono sicura che Mauro ti saprà consigliare per il meglio. Un abbraccio Maria Pia

buongiorno Mamo320,
mi interessava sapere ulteriori informazioni su questa polizza con la soc. di mutuo soccorso sono per un ex inpdap escluso dalla mutua italiana ma residente in tunisia.
- E' ancora fattibile?
- come e' possibile sapere un preventivo, tenendo presente che i medicinali sono specificicati in un piano terapeutico rilasciato in Italia (ipertensione arteriosa).
grazie.

ROSAF :

buongiorno Mamo320,

Guarda che il signore in questione sono due anni che è andato via dalla Tunisia, controlla la data del post, ci sono discussioni più recenti sulla sanità e sul privato compresa la considerazione che se non hai particolari patologie conviene affrontare i vari problemi quando si presentano non buttando soldi presso le assicurazioni, personalmente una compagnia mi forniva servizi (solo ospedalieri) a 2000 euro annuali e con formula scontata per via della mia età relativamente bassa per un pensionato, dopo due anni, se l'avessi sottoscritta, avrei pagato 4000 euro che tradotti in dinari tunisini sono quasi 12.000, con questa cifra risparmiata mi posso curare in tutti i modi possibili e immaginabili e... mi sto avvicinando al terzo anno quindi posso dire di essere quasi a 16,000 dinari di risparmio. Conviene fare i conti bene senza farsi coinvolgere dall'enfasi del momento, nel frattempo ho fatto ben 3 eco doppler,  una visita cardiologica specialistica, svariate visite ambulatoriali e una ricostruzione odontoiatrica spendendo davvero 4 soldi. Giusto per precisazione la società di mutuo soccorso citata nel post si è rivelata un errore di interpretazione completamente infondato, una bufala o un'incomprensione se la vogliamo chiamare in termini "italiani".

Grazie di aver risposto e dato consigli perciò vi meritate un BRAVI
Essere chiari è la cosa migliore e da un senso di "chiarezza" alla nostra vita quotidiana.
Buona serata mi presento sono il compagno di Rosa f.
Abbiamo visto insieme sul vostro sito diverse discussioni su questo problema ma forse non del tutto chiare ed esaustive perciò abbiamo ritenuto opportuno chiedere al tizio in questione.....però se se ne  è andato ok non fa nulla :)
La nostra non è enfasi ma bensì pacatezza e siccome prossimamente veniamo ad abitare in Tunisia volevamo sapere se qualcuno, già residente, che avesse già dovuto risolvere questo piccolo problema.
Il dilemma in questione ,come è noto, sorge solo a chi non è pensionato INPS e siccome io sono si pensionato INPS ma ex inpdap "a proposito di chiarezza....... di leggi e accordi fatti in ITALIA come dire  A PENE DI SEGUGIO dai nostri legislatori" era solo per sapere se c'era un modo!!!!! ne piu' ne meno.
Di nuovo grazie :top:

Allora cerco di darti un quadro completo di quanto abbiamo riscontrato noi, l'anno scorso facemmo fare due preventivi dalla Magrebia Vie che è una buona compagnia di assicurazione, la polizza comprendeva 6 livelli di copertura, il primo era obbligatorio e il quinto gratuito, garantiva copertura medica internazionale per tutto il mondo ad eccezione di Stati Uniti, Canada, Hong Kong, Cina, Giappone, Singapore, Russia, Sud Africa, Medio Oriente e America Latina, copriva servizi d'urgenza 24H/24, assicurazione medica all risk qualsiasi sia il lavoro, l'attività sportiva e gli hobbies, libera scelta di ospedali e cliniche, rinnovo a vita senza aumenti in base all'età (ecco perché conviene farla da giovani). Davano una card che andava presentata agli ospedali per accedere ai servizi, quella carta copriva tutte le spese scelte in fase di contratto e la direzione della clinica/ospedale provvedevano a contattare la compagnia per farsi autorizzare alle prestazioni.
Ti mando i due prospetti fatti per me e mia moglie i prezzi sono in dinari tunisini, solo l'ospedalizzazione è obbligatoria le altre sono facoltative:
Sesso Maschile, età 55 anni
Tasse 20,180
Ospedalizzazione Obbligatoria 2.124
Consultazioni esterne 800
Medicazioni 246
Evacuazione Medica 231
Cure e rieducazione Gratuito
Dentarie (facoltativo con modulo 1 e 2 accettati) 562
Premio netto annuo 3.983,180
Premio totale annuo 4.402,480
==================
Sesso Femminile, età 46 anni
Tasse 8,660
Ospedalizzazione Obbligatoria 1.352
Consultazioni esterne 510
Medicazioni 154
Evacuazione Medica 231
Cure e rieducazione Gratuito
Dentarie (facoltativo con modulo 1 e 2 accettati) 562
Premio netto annuo 2.817,660
Premio totale annuo 3.121,560
==========
Come vedi la differenza in base all'età è netta e più si sale con gli anni più costa, non la stipulano in caso di patologie particolari come il diabete, tumori o altre malattie invalidanti.
Noi non la stipulammo, alla fine stiamo bene e a parte qualche visita di controllo pensavamo fosse indispensabile, la mancanza di copertura negli USA ad esempio vincola ad un'altra da stipulare in caso di viaggi nelle zone scoperte ma il prezzo non è malvagio, è valida anche in Italia consentendo quindi eventuali interventi nelle varie cliniche private nazionali. Vedete voi alla fine con il cambio attuale non è eccessivo, la stessa CNAM non copre come la nostra mutua, se vai in ospedale al pronto soccorso devi pagare comunque 7 dinari in cassa più andare in farmacia con le ricette compilate dal medico di guardia per comprare i farmaci necessari (parlo degli ospedali pubblici), l'accesso avviene unicamente con la tessera della CNAM in caso contrario ci sono le cliniche private con buoni servizi ma a prezzi più elevati. La CNAM insomma è valida solo se si hanno patologie croniche riconosciute per le quali si ottiene l'esenzione altrimenti si paga tutto.

Ora ho compreso più che bene come muoverci, sei stato molto esauativo. Grazie. Rosa.

Buongiorno a tutti. Da quanto leggo ho la sensazione che in Tunisia vi sia un'ottima sanità privata più conveniente di quella italiana. Volendo quindi farmi seguire da un dottore del luogo e farmi per esempio un cech up o curarmi per una particolare patologia a pagamento, a chi o quale dottore mi posso rivolgere dal momento che non conosco nessun dottore di fiducia . Forse gli impianti per gente che ci sente poco costano di meno che in Italia . Vorrei avere una indicazione dalla quale partire, abito ad Hammamet.

noi a Sousse abbiamo la dottoressa di famiglia (che parla anche italiano madrelingua) che ci consiglia di volta in volta in base alle esigenze che per il momento sono state davvero poche per fortuna :)

Grazie, solo che sousse è un pò lontana da hammmet  ed andare ogni volta non sarebbe conveniente. Comunque lo terrò presente nel caso servisse e grazie per avermi risposto. Arnaldo

Ciao Arnaldo sono Maria Pia, ad Hammamet alla Tour blu c'è una palazzina con tutti medici specialisti e di questi studi medici ce ne sono un po' dappertutto, poi c'è un medico generico dr. Saccà dalle parti della  Steg, (dove si paga la luce) e nonostante il cognome è tunisino. Nella zona Batam c'è la farmacia di Omar, un farmacista tunisino che si è laureato in Italia, quasi tutti gli italiani si rivolgono a lui, quindi consiglio anche a te di chiedere a lui per avere un medico di fiducia o almeno di consigliarti. Purtroppo non posso essere più precisa xchè non me ne sono mai servita ma se chiedi ai 1250 italiani che bazzicano ad Hammamet ti sapranno indicare.
Ciao e buon 2018

SEi stata di grande aiuto e ti ringrazio tanto . Buon anno Arnaldo

Io vado in clinica.

Les Violettes e ora la nuovissima clinica Amen a Nabeul, che pare di entrare in una clinica svizzera.

C'e' tutto. Dal medico generalista agli specialisti e tutti i laboratori per gli esami ed analisi del caso.

Ciao Grazie della risposta. Hai un ordine di grandezza sul costo delle prestazioni ? per esempio una visita specialistica, alisi complete ecc ? grazie

Ciao , i costi sono allineati alle tariffe CNAM, essendo entrambe convenzionate.

Ti conviene farci un salto e fissare un appuntamento per con il medico di medicina generale con cui fare il punto e una lista delle visite ed esami da fare sulla cui base farti fare un preventivo.

Se lo fai in entrambe hai modo di confrontare i prezzi e anche di valutare personalmente l'ambiente.

Grazie sei saggio. Farò così. Arnaldo

Io faro' lo stesso in primavera per un check-up completo. Visti i ticket che dovrei pagare qui in Italia e soprattutto i tempi di attesa per certe analisi/visite, oltre allo sbattimento organizzativo, mi costa meno in Tunisia e in pochi giorni faccio tutto, anziche' i mesi che mi servirebbero qui.....

E' come pensavo. Tu dove pensi di andare a Les Violettes ?

Io faro' esattamente come ti ho suggerito: mi faro' fare due preventivi. Anche se da quel che ho visto i prezzi mi sembrano molto simili.

Buona sera mi sono appena iscritto sono un pensionato italiano ex inpdap e vorrei trasferirmi in Tunisia, siccome per un tumore alla laringe sono stato sottoposto a laringectomia totale cioè con l'asportazione delle corde vocali, nella mia situazione che problemi avrei con la Sanità Tunisina

Potresti dover pagare tutto, nella peggiore delle ipotesi. Dovresti informarti sui costi correlati alla tua situazione.

Se poi ottenessi la certificazione necessaria a beneficiare della assitenza tunisina (presso strutture private) in convenzione con l'Italia, occorrerebbe comprendere se le cure che ti sono necessarie rientrano nella cosiddetta "presa in carico" che comporterebbe il rimborso delle spese pressoche' integrale (la cura dei tumori in senso generale rientra nella copertura).

Data la particolarita' della situazione, ti cosniglio di rivolgerti a qualcuno che ti possa seguire e guidare nel percorso.

In alternativa di fare una visita in loco di una quindicina di giorni per prendere informazioni dirette presso le varie strutture e uffici.

grazie

Nuova discussione