Close
Seguici su Facebook!

vivere in Portogallo da pensionato

A micolino:

è una questione molto individuale, non a tutti piacciono le stesse cose e quindi vale pure per le località. Se guardi su internet inserendo i nomi dei posti dell'Algarve ti farai un'idea, trovando molte foto e spiegazioni e indicazioni di tutti i generi...  Puoi pure guardare su youtube... tanto da avere un'idea.

Qui (ti) scrivo soprattutto per la tua osservazione circa le Canarie; è luogo comune pensare che le tasse là siano particolarmente vantaggiose...  Ma non va' dimenticato o trascurato il fatto che si tratta pur sempre della Spagna e quindi, a parte  quanto fissato da ogni  Regione e provincia, valgono poi le regole e leggi dello Stato spagnolo -  e le tasse, a livello nazionale, sono ben tutt'altro che quelle fatte apparire soltanto in relazione alla Regione, come in questo caso per la  Comunità delle Canarie. Attenzione!

Grazie Lavinia non avevo considerato YouTube. ..le foto delle varie città citate nel Forum sono tutte di luoghi belli. ..il fatto è che per me una bella qualità della vita non è solo un tot maggiore sulla pensione, è anche la possibilità di andare a una mostra...un teatro. ...andrebbe bene anche relativamente vicino da raggiungere. ..non mi ci vedo in un posto dove a parte il lungomare per fare belle passeggiate non c'è nulla....

Se vuoi andare a teatro, a un concerto o fare vita mondana, devi andare a vivere a Lisbona e nelle grandi cittá del nord.
In Algarve c'è molto poco (forse è per questo che si vive bene). Qui ci sono tre casinó in cui a volte ci sono spettacoli interessanti (balletto di stato russo, spettacolo di tango argentino etc.). Comunque, non è cosí tutto l'anno.
Ogni tanto c'è un concerto di Cliff Ritchard e una volta era anche venuto Tom Jones (ovviamente per la comunitá inglese).
Nelle piccole localitá ci sono gruppi di persone che organizzano serate di musica, teatro etc. (io personalmente trovo queste cose abbastanza patetiche, forse perché provengo da una cittá grande in Italia).
A Faro c'è un teatro grande, ma mi hanno detto che forse chiuderá. Comunque, non c'era mai nessun spettacolo interessante.
Durante il periodo estivo ci sono festival di musica un pó dappertutto, ma, credimi, è un tipo di musica che fa semplicemente pena.
Consiglio sempre a tutti di avere la propria collezione di DVD con i film preferiti (qui i canali televisi sono penosi), una collezione di CD con la musica preferita e un'antenna parabolica per vedere i canali italiani (che fra tanti che ho visto di moltissimi paesi) sono ancora i piú decenti (anche se non sono piú quelli di una volta). Ricordo che, dalla scorsa estate, non si vedono piú in televisione i canali Mediaset tramite satellite.

Ciao Lecis,
mi permetto di aggiungere, al tuo esaustivo post, l'utilizzo di internet che permette la visione di quasi tutti i canali televisivi e l'ascolto di quelli radiofonici col computer. :)

Ho capito😅😅😅quindi meglio se mi porto la mia collezione di musica classica! !!
Ok...ora manca solo di arrivare a marzo e andarmene un po in giro per l Algarve. ..conosco Lisbona per motivi di lavoro...ma se devo pensare dove vivere preferisco vedere la spiaggia e il mare ...grazie delle risposte molto esaustive!

Buongiorno rosa14,
Effettivamente parto allo sbaraglio il 24 ott prox.
Spero di farmi un'idea più concreta della situazione e ti ragguaglierò
Cordialmente.
Aldo52

buongiorno Alfredo Luigi Caruso,
Certamente saranno utili le tue info. Ma come possiamo contattarci?
Cordialmente. Aldo52

hai perfettamente ragione, cara micolino, siccome però ti eri unicamente riferita alla zona dell'Algarve, non avrei saputo cosa dirti...(vedo però che bene ha provveduto lecis! ☺). Personalmente ho scelto per l'appunto una zona prossima a Lisbona... (che per me riunisce un po' tutte le caratteristiche, oltre poi alla comodità del vicinissimo aeroporto... N.B., quello di Faro non essendo assolutamente equiparabile...)
Auguri e vento in poppa!

micolino5 :

Grazie Lavinia non avevo considerato YouTube. ..le foto delle varie città citate nel Forum sono tutte di luoghi belli. ..il fatto è che per me una bella qualità della vita non è solo un tot maggiore sulla pensione, è anche la possibilità di andare a una mostra...un teatro. ...andrebbe bene anche relativamente vicino da raggiungere. ..non mi ci vedo in un posto dove a parte il lungomare per fare belle passeggiate non c'è nulla....

Condivido pienamente, è vero. Ad ogni modo vanno sempre e cmq sia tenuti presenti un po' tutti gli aspetti, quel tanto da non poi sorprendersi a cose fatte.  Ho soltanto voluto mettere quelle indicazioni pensando anche alle altre persone che si pongono queste domande e, riguardo alle Canarie, avendo spesso letto opinioni (e le opinioni non sono informazioni!...) che davano luogo a equivoci.
Per la cultura nel senso da te inteso, non ne vedo davvero grandi possibilità, alle Canarie. Magari sbaglio... 
E... neppure di teatro si vive... ma bisogna "muovere le gambe", respirare..., se si vuole restare in salute il più a lungo possibile.    Per es. io sono amante della musica, ma se davvero è cosí... non è necessario avere molta possibilità di andare a un concerto... basta attrezzarsi in casa propria. (Il resto è spesso un po'.... scena-scenario....).  Idem per la lettura...  Eppoi magari non soltanto fruire dell'arte proposta da altri, bensi mettersi all'opera e creare qualcosa....  Se uno ama la cultura, mai resta a secco.... (a meno proprio di trovarsi in pieno deserto!  Eppure.... pure lí possono succedere miracoli ma, certo, di altra e tutt'altra natura e persino in modo più diretto).   
A parte tutto questo, vale penso per tutti la necessità di trovarsi bene in un posto che possa piacere, risultare invitante già a partire dal quotidiano.   In un posto che non piace e... che non ha passeggio... ci si intristerebbe presto e... neppure più i concerti e teatri servirebbero a rimontare il morale!      Auguri!

anch'io ho la mia domanda: dove passare due mesi invernali senza patire il freddo?
Grazie
Mario, Forlì

mariosBAR :

anch'io ho la mia domanda: dove passare due mesi invernali senza patire il freddo?
Grazie
Mario, Forlì

Alle Canarie!  :)

Ci ho pensato....ma le trovo limitate
Mi riferivo al Portogallo, dove vorrei passare gennaio e febbraio del prossimo anno in vista di un trasferimento definitivo
Al vostro buon cuore...

Beh, ma allora gia' hs deciso, almeno per il Paese. Quindi, non di certo al nord ! ... Andare, vedere, scegliere... Va a gusti!

nel Portogallo del nord e del centro non fa mai veramente freddo (almeno per me che sono piemontese) la temperatura molto raramente scende sotto i dieci gradi sulla costa, ma il clima é molto variabile, a volte umido e un po' piovoso
il vantaggio é che non c'é praticamente inquinamento atmosferico
nel sud non lo so
spero che il mio contributo sia utile,
un caro saluto
Dario

Grazie. C' è nessun Italiano, stanziato al sud del Portogallo, in grado di darmi in suggerimento?
Pensavo a Tavira, ma certamente ci sono altri posti medio piccoli carini e...caldi

Grazie, ogni contributo è apprezzato

Mario, Forlì

A Mario bar:

Non male...: Sembra come se si stesse giocando a fuoco, fuochino, tiepido, freddo o freddissimo 😂,  nel senso che Lei sa e però come stando a vedere se noi indoviniamo cosa ha quindi già (quasi) scelto. Ad ogni modo in fatto di climi e gusti c'è da perdere la testa; non ci si può più contare...😏😉 (né con la serietà delle persone, vedere qui...proprio anche con me stessa) 😇

Brillante interpretazione. La realtà è più semplice: vorrei passare i prossimi gennaio e febbraio in un Paese di cultura europea in cui la temperatura, in questi mesi,  stia mediamente attorno ai 15 gradi. Mi interessa il Portogallo per una serie di motivi, alcuni chiari, altri sfumati....probabilmente mi ricorda l'Italia,  pulita e civile, di cinquant'anni fa.
Tavira è saltata fuori perchè un mio amico giramondo ci si è trovato bene, ma penso che esistano altre possibilità e spero che qualche Italiano possa darmi dei suggerimenti.
Grazie ancora
Mario, Forlì

Buongiorno MariosBAR,
posso portarti la mia esperienza di affittuaria.
Io e mio marito siamo a Quarteira; qui dopo metà gennaio poi febbraio e marzo è stato freddino, pensa che dopo tanti anni ha nevischiato a Tavira :), i potoghesi mi dicono che è stato un inverno anomalo.
Ci sono state alcune giornate veramente brutte e fredde (io credo mai sotto i 5 gradi)
Il fatto è che molte case non hanno il riscaldamento e gli infissi sono vecchi (nel nostro caso sono di legno e non chiudibili totalmente) così, nei giorni di vento anche le tende si muovono un po' :)
Noi abbiamo una casa piccola ed abbiamo sempre usato i termoventilatori e maglie più calde, solo 2 o 3 giorni abbiamo usato il termoventilatore continuamente perché era impossibile uscire di casa; altre persone che conosco si sono organizzati con stufa a gas o con termosifoni elettrici.
Anche l'esposizione al sole della casa è importante; la nostra ha la "sala" al sole dall'aba al tramonto e le camere a nord quindi la zona giorno è sempre tiepidina.
Delle case che ho visto qui in Algarve e sulla costa a Olho de Agua, Albufeira, Quarteira, Olaho, Villamoura e Portimao, poche case hanno gli split (con la salsedine i motori dei condizionatori si rovinano e poi è sempre ventilato quindi, il condizionatore, d'estate non serve; sono le motivazioni)
Per chiaccherare ti dico che, per il prossimo inverno, qualcuno accarezza l'idea di andare ai Caraibi :)
Spero di averti chiarito un po' le idee poi, ribadisco, è tutto molto personale; qui non siamo ai Caraibi, vero, però io che sono molto freddolosa non ho mai usato gli abiti invernali che da sempre utilizzo in Toscana :)
Un saluto dall'Algarve

mariosBAR :

Brillante interpretazione. La realtà è più semplice: vorrei passare i prossimi gennaio e febbraio in un Paese di cultura europea in cui la temperatura, in questi mesi,  stia mediamente attorno ai 15 gradi. Mi interessa il Portogallo per una serie di motivi, alcuni chiari, altri sfumati....probabilmente mi ricorda l'Italia,  pulita e civile, di cinquant'anni fa.
Tavira è saltata fuori perchè un mio amico giramondo ci si è trovato bene, ma penso che esistano altre possibilità e spero che qualche Italiano possa darmi dei suggerimenti.
Grazie ancora
Mario, Forlì

Buongiorno MariosBAR,
mi fa piacere constatare che hai senso dell'umorismo e pertanto...non mi hai fustigata. Ora, da persona maggiormente seria, eccoti le mie considerazioni... Intanto vedi cosa scriveva l'utente torinese e che pertanto, addirittura, si trova bene al nord...    Io, abituata come sono stata alla, davvero oggettivamente parlando, migliore zona di Spagna (la Costa Blanca), in quelle zone del nord del Portogallo, perlomeno d'inverno-autunno, morirei di malinconia già per le nebbie...
Ora, per quello che ben dice la signora (affittuaria) che qui ha risposto ben dettagliatamente, posso dire proprio la stessissima cosa per l'anomalia dello scorso inverno: a Tavira persino ha un po' nevicato? Lo stesso era successo, nello stesso periodo e dove vivevo prima, appunto sulla Costa Blanca;  addirittura in riva al mare dove avevo la casa. Ed era dal 1987 che non succedeva...
Ieri non scherzavo affatto riguardo all'inaffidabilita' dei climi. È in atto un vero sconvolgimento e, questo, a tutti i livelli.... Mi sembra più che evidente! (climi  catastrofi, finanza, politiche, contese e guerre in aumento e della peggior specie -anche sottili e infide-, crisi di ogni tipo...) Insomma uno deve cercare di vivere il suo angolo di quiete più  o meno paradisiaca (oltre che in sé stesso 😇) dove, andandoci in ricognizione, sente che lì può e vuole starci. Bisogna insomma fare attenzione alle sensazioni proprie, più che non soltanto ai dati cosiddetti oggettivi (anche se informarsi su certi "dettagli" è certo sì, importante!).   Ma la stabilità  è  cosa di un'epoca ormai passata... Per questo vale appunto assai più il proprio sentire e...il progetto di voler vivere ben concentrati nel e sul presente, giorno per giorno godendo tutto quanto possibile e senza quindi né tanto voltarsi indietro né...illudersi o preoccuparsi riguardo al "Signor Futuro" che (ancora) non esiste e sul quale viene e porta male proiettarsi.
Sai già sa che il Portogallo ti ispira per molteplici motivi. Questo è già  molto!   In seguito, aiuta magari anche vedere qualche filmato su YouTube perché seppure tutto vada visto di persona, spesso un feeling o un'idea si recepisce già così, come pure da altre informazioni su Internet, riguardo a numero di abitanti e persino clima sull'arco dell'anno, zone pedonali/passeggio e natura, tipo di negozi e...un lungo eccetera.
A me personalmente, piacciono Olhao e Tavira e altre zone prossime a Tavira. Lagos forse più d'estate...almeno i venti rinfrescano.  Mentre in inverno, dubito che sarebbe il massimo... 
Ma pure zone più all'interno sono miti, per es. nell'Alentejo... (per i miei gusti troppo bollenti d'estate e...lontana dal mare o oceano non ci voglio stare...).  Auguri per una scelta ottimale!

Non è più la Tavira di una volta....
Ti ringrazio e ricambio gli auguri.
Mario, Forlì

Consiglio Cabanas de Tavira paesino a 4 km da Tavira molto bello con una bella passeggiata di piu' di un Km ,noi abitiamo a Conceicao de Tavira a un km e mezzo da Cabanas e andiamo spesso li' se vuoi ulteriori informazioni chiedi pure magari anche in privato ,ciao Sandro Gregorio!

auguri per trovare un appartamento in affitto annuale a prezzo corretto e con contratto dichiarato, indispensabile per avere la residenza

consiglio il sito idealista.it, c'é un po' di tutto ma da una buona idea del mercato

MarioBar, se cerchi 15 gradi di temperatura minima credo che in Portogallo non li troverai da nessuna parte, ma neanche alle Canarie..
Io sono ad Albufeira e a Gennaio,Febbraio le temperature oscillano sempre circa 10 gradi in più che in Piemonte e almeno 5-6 gradi in più di TRIESTE però in Piemonte si arriva a -10 è a Trieste -1 ,  quindi fai tu i conti..... al sud e parlo di Albufeira,Faro, Tavira potresti avere in certi giorni alche 6-7-8 gradi... e con la maggior parte degli appartamenti senza un riscaldamento serio.. nel senso che al massimo hai un climatizzatore caldo/freddo o una stufata elettrica..
Io ho un amico che vive tutto l'anno ad Albufeira e siccome è molto freddoloso i mesi invernali se ne va nei paesi caldi
Spero di esserti stato utile!!
Tino da Trieste

Salve Tino54,  da quello che scrivi n allarme d'inverno  fa freddo come a Roma arghhhh! !!!
Il Portogallo non avrà clima equatoriale ma non mi aspettavo un riscontro clima così basso. Non sarà questo a farmi cambiare idea al mio trasferimento definitivo...dovrò solo portare qualche cappotto in più!
Saluti da una friulana ...anzi....Mandi! !!

P.s. per tutti coloro che non conoscono il friulano :
Mandi è un saluto che significa ti mando nelle mani del Signore .
Anche per chi non crede come me lo trovo molto bello!

Come il viva Triestino 👍

Salve, anch'io sono di Roma/Portogallo. Uso / perchè lo status di "residente no habitual" secondo la convenzione italoportoghese prevede la residenza fisica e concreta è di minimo 180gg + 1 in Portogallo.
Il vantaggio fiscale principale è quello di poter usufruire di un'esenzione totale delle imposte sui redditi per 10 anni, ma c'è un iter procedurale ben preciso da espletare. Il costo della vita (affitti, servizi, trasporti, ecc...) dipendono dalla zona ma, comunque, inferiori di almeno 1/3 all'Italia.

sono Friulano anch'io, con gli stessi problemi di ricerca di temperature miti d'inverno, pèossibilmente in Portogallo: ho indirizzato la mia ricerca, per il momento ( sarò in Portogallo gennaio e febbraio prossimi) su Tavira ed Olaho.
Alla mia compaesana Micolino, dedico i risultati di una piccola fruttuosa ricerca:

derivazione dal latino "mane diu" (letteralmente "rimani a lungo", ovvero "lunga vita").
derivazione dal latino "manus dei " (letteralmente "mano di Dio", ovvero "che Dio ti protegga").
derivazione dal latino "mane deo" (letteralmente "rimani con Dio").
Ancora nel 1943, in un articolo apparso sul quotidiano Il Popolo del Friuli , rimanevano vitali dette spiegazioni : ... E dico di noi friulani che stiamo vergognandoci (è la parola) del nostro bellissimo Mandi che viene direttamente dal "Mane diu" o "Manes diu" di romana e claustrale origine. Infatti esso ci fu importato dai monaci che se lo scambiavano incontrandosi per via o lungo i severi porticati dei primi cenobii : "Mane diu" - Vivi a lungo -. Che di meglio? Friulani, abolite il servilissimo "s'ciao" e adottate il classico, romano, nobilissimo Mandi, che da queste colonne invio a tutti voi, miei conterranei ...          Per quanto riguarda il vergognarsi della nostra lingua ( il Friulano è lingua di ceppo ladino) è purtroppo vero:  fino agli anni 70 circa, parlarlo era considerato segno di bassa estrazione: io, che sono nato a Udine nel 1939,  non lo so parlare e lo capisco poco. Ormai è andata così.....

Grazie, can de Trieste, da un vecio Furlan...

fefe51 :

Salve, anch'io sono di Roma/Portogallo. Uso / perchè lo status di "residente no habitual" secondo la convenzione italoportoghese prevede la residenza fisica e concreta è di minimo 180gg + 1 in Portogallo.
Il vantaggio fiscale principale è quello di poter usufruire di un'esenzione totale delle imposte sui redditi per 10 anni, ma c'è un iter procedurale ben preciso da espletare. Il costo della vita (affitti, servizi, trasporti, ecc...) dipendono dalla zona ma, comunque, inferiori di almeno 1/3 all'Italia.

i giorni da conteggiare sono la metà di un anno + 1 giorno e quindi si dice normalmente che la permanenza deve essere di almeno 184 giorni

si parla correttamente di esenzione dalle imposte sulla PENSIONE, quindi se si hanno altri redditi occorre prendere informazione

vero che i costi dipendono dalla zona, ma NON è vero  che sono inferiori di almeno 1/3 ... quando va bene sono inferiori dal 10 al 20% ...

questa la mia esperienza di un anno completo quì a FARO ...

buonaserata :-)

Tutte le notizie in merito sono apprezzate, grazie !

Infatti....come molti hanno scritto su vari post se la scelta del trasferimento è meramente economica( che cambia sicuramente in base al lordo della pensione) prima di prendere la decisione vanno considerati tutti ma proprio tutti gli aspetti.
Grazie a chi descrive aspetti positivi e negativi così da avere, a chi sta ancora qui in Italia, una valutazione ad ampio spettro.
Io come mi era stato suggerito tempo fa appena arrivata sul Forum mi sono messa a vedere su YouTube video sul Portogallo, a  leggere su Wikipedia, vedere   Google immagini delle città che così molto spesso vengono nominate da chi ci abita, dal sud al nord.
Per quanto mi riguarda spero di vendere presto casa e partire....credo che troverò un Paese a mia misura,  a prescindere dalla città scelta!!!

Rispondo per quanto riguarda la mia esperienza.

Lo stato di residente "non abituale" portoghese é un vantaggio fiscale per i residenti stranieri pensionati, o che abbiano intenzione di creare delle attività specifiche indicate dalla legge
lo stato di "non abituale" é una semi finzione giuridica, significa che non é richiesta la residenza "abituale" capisca chi vuole, tipo prendere la residenza in Portogallo e poi fare il giro del mondo in barca a vela.
Non mi risulta che le autorità portoghesi facciamo controlli specifici, se qualcuno ne ha conoscenza gradirei riferisse al forum la sua esperienza.

Quello che é da evitare e fiscalmente pericoloso é prendere la residenza portoghese e trattenersi molto spesso in Italia, dove invece i controlli ci sono, eccome, e sono facilissimi per provare una residenza effettiva, quindi tassabile, chiedere per esempio a *, su carte di credito, telefono, consumo energetico.
E' invece ammesso mantenere un domicilio in Italia, pagando l'Ici come seconda casa, ed un conto bancario come residente all'estero iscritto all'Aire, io l'ho fatto senza problema prima di vendere il mio appartamento a Bardonecchia, per venticinque anni.

Io ho preso residenza a Porto e non capisco come si faccia ad affermare che il costo della vita non sia di molto inferiore all'Italia.
Per esempio un caffè costa 50/70 centesimi, una birretta 2/3 euro, un pranzo in un ristorante corretto da 7 a 10 €,
a Porto pago 700 € di affitto per un appartamento di ca 90 m2 con posto macchina a 10 minuti dall'oceano, in un quartiere di alto livello residenziale, tipo Crocetta o collina, penso che a Torino o Genova mi costerebbe  almeno 1,000/1,500 €, a Parigi, dove ho abitato per lavoro cinque anni, 1,500/2,000€.
Senza contare il vantaggio di ricevere la pensione esentasse, di per se' un vantaggio dal 20 al 40%.
Questa é la mia esperienza, non penso di essere particolarmente abile o fortunato, le migliaia di stranieri che si trasferiscono in Portogallo ne sono una prova.

Penso che chi scrive qui pareri contrari o sia stato particolarmente sfortunato o sia un "imbucato" dell'INPS!!!

Un caro saluto a tutti.
Dario

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : *oscurato per ragioni di privacy

Ciao Dario, sono Tino54 abito a Trieste ma sono cuneese di Fossano , qualcuno mi ha giudicato pessimista ma io cerco di evidenziare sia le cose positive che quelle negative per chiarezza per chi legge .
Vero che al Pingo Doce si mangia con 9€ , ma anche in Italia nelle trattorie dei camionisti si mangia con 7-8-9€!
Affitto, io a Albufeira T1 50 mq bello pago 600€/mese, e lo devo lasciare libero 4 mesi estivi,a Fossano  cittadina di 15/20000 abitanti di un bilocale piú bello e più grande prendo 400€
Le auto costano molto di più, almeno 25% l'assicurazione molto dì meno 50%, la benzina = Clima molto meglio che a Milano o Torino ma non credo diverso dalla Sicilia. Molto positivo l'aria che si respira, non ci sono camion non riscaldamenti, no diserbanti , no fabbriche,!!! Ma se risparmi solo 500€/mese te li mangi in aereo, parcheggio, noleggio, a meno che abbandoni proprio l'Italia!!
In certi periodo dell'anno aereo e noleggi  costano è il Portogallo non è ancora ben servito
Spero di essere stato utile!!
Ciao a tutti

Aggiungo che un operaio in Italia prende 1200€/mese!! È chiaro che non può pagare 1000-1500€/mese! Deve scegliere un quartiere diverso da quello che tu hai elencato! E andare a mangiare nelle trattorie tipo Pingo Doce (7/10€) oppure starmene a casa!
Io conosco tanti che in Italia pagano 300€/mese di affitto!! Chiaramente non sono in piazza Navona a Roma e neanche in via monte Napoleone a Milano! Sono in un paesino lontano dal mare in un appartamento più che decente!

Ciao suma!
anche la mia famiglia é della provincia granda, mio nonno di Saluzzo, mia mamma eporediese.
Trieste é bellissima ed é anche la patria di Grezar (oltre ad Ettore Schmidt e tanti altri personaggi illustri).
Non ho capito il fondo del tuo messaggio, quindi per cortesia chiarisci per il bene di chi ci segue sul forum :

1 abiti a Trieste quindi non sei residente in Portogallo? la tua esperienza é da turista?

2 hai fatto un viaggio in Portogallo, l'hai trovato caro e ti ha deluso?

3 il Pingo Doce é un supermercato molto diffuso in Portogallo, noto per qualità e prezzi moderati, con 8 euro si mangia bene in un ristorante normale in città, non da camionisti, con 60 € in due mangi un'orata in un ottimo ristorante, vino acqua minerale dolce e caffè, tipo Riccione o Risacca a Milano, dove ne pagheresti 120/150€

4 vero che la benzina costa cara e le auto un po' piu' che in Italia ma nessuno ti impedisce, con una gabola, ti portarti la macchina dall'Italia, inoltre la macchina penso che la si compri una volta ogni 2/3 anni, quindi il costo é ammortizzabile, inoltre nel mercato dell'usato, come in Italia, i prezzi crollano e trovi cilindrate medie a prezzi accessibili

5 la Sicilia? ti lascio scegliere la residenza in Sicilia, i miei avevano una villetta nelle Eolie dal 1965 e sono scappati dalla disperazione per comprare un appartamentino a Cannes, quindici anni fa, non oso immaginare come sia adesso, con l'invasione dei migranti, crollo dell'assistenza sanitaria (già miserevole allora), ecc... poveri siciliani,brava gente, mi dispiace, inoltre penso anche se vuoi vivere a Taormina sia caro quanto Milano
senza parlare dei collegamenti (Punta Raisi mi ha sempre fatto pensare al vecchio aeroporto di Hong Kong, classificato pericolosissimo dagli stessi piloti)

per quanto riguarda i trasporti io pago una tratta Marsiglia Porto da 20 a 50 € tutto l'anno, prenotando con un certo anticipo, due ore
molto meno che un viaggio in treno Nizza Milano in seconda e in vagone tipo tradotta militare 5 ore circa, cambio a Ventimiglia (quando non scioperano).

"Last but not least" personalmente sconsiglio fortemente il puro trasferimento per motivi fiscali, vivere lontano da casa, anche con la facilità attuale dei trasporti, é una scelta di vita, detto da un torinese che ha lasciato Torino, con rammarico e nostalgia, a 22 anni per studio (a Roma) e per lavoro, a Milano, Parigi, Londra, New York, Bangkok, Saigon..., sposato con una francese.

In attesa delle tue risposte auguro a te e famiglia una buona Pasqua
Dario

Ciao Dario, non sono Suma, io sono Tino da Trieste,sono però di origini Fossanesi (CN)dove torno volentieri quando posso ( adesso che sono in pensione molto più spesso)
Non volevo essere pessimista ma cercavo di informare gli altri della mia esperienza.
Ho affittato un bell' appartamento ad Albufeira ma pago 600€ al mese ( caruccio) specie in un paese dove un operaio guadagna la stessa cifra!!! Siccome 600€ sono tanti ho deciso di comperare ma se vuoi comprare bello, nuovo , con piscina e.. vicino al mare ( non più di 15' a piedi) devi spendere 150/160.000€ per un T1 e 230/240.000€ per un T2
Tanto per fare un esempio a Fossano (CN) i prezzi al metro quadrato sono uguali, ma la resa da affitto è Molto ma Molto inferiore!!! Confermo che a mangiare si spende la metà.. le auto sono carissime, la benzina come in Italia ( forse in questo momento anche meno)
Ho viaggiato in macchina, in Italia gasolio 1,35- in Spagna meno di 1€ , in Portogallo 1,28€, le assicurazioni costano la metà..
Però se lo fate per speculare fate bene i conti!
Se volete viverci considerate anche la qualità dell'aria e lo Stress dell'agenzia delle entrate Italana😜😜😜
Tino

Salve a tutti, 
ho letto le vostre valutazioni riguardo ai prezzi in atto "in Portogallo". Ho quindi pensato di infilare qui una precisazione ed è per questo che ho virgolettato "Portogallo"...
Va assolutamente considerato il fatto che il massiccio arrivo degli europei  (infatti, non ci sono soltanto i pensionati italiani, ma moltissimi sono francesi e pure quelli di altri paesi, gli inglesi poi, adesso con il Brexit sono arrivati di corsa...) dicevo che questo massiccio arrivo NON si è andato a espandere, se mi si perdona l'espressione, a ventaglio o con uguale diffusione su tutto il territorio portoghese.   QUINDI, essendo che alcune zone vengono chiaramente preferite, i prezzi in quelle zone sono nel frattempo diventati più alti!   Già c'è il fattore del turismo estivo sulle spiagge dell'Algarve -anche se non sparso con la stessa intensità neppure quello, su tutta la costa ...-, poi aggiungasi appunto il massiccio arrivo di aspiranti NHR ed ecco il gioco della offerta-domanda è fatto.
Quindi, una cosa è andare ad abitare in una zona un tantino nell'entroterra, oppure nontroppo prossima a Lisbona, oppure maggiormente a nord... tutt'altra è in riva al mare o, meglio, oceano e "peggio" poi se in zone particolarmente ambite o "prese quasi d'assalto".     Dipende poi dunque anche dalle differenze fra sud, centro e più verso nord.   In alcune zone è  molto caro. In altre e specie salendo verso nord, assai meno.   Non si possono quindi fare confronti -in questo caso con l'Italia rispetto al Portogallo tout court-   bensì ognuno ha da valutare quanto gli costa la vita nel posto dove vive in Italia eppoi, invece,  cosa gli costerebbe nel posto o zona precisa del Portogallo.  Intendo naturalmente soprattutto i costi incisivi, come quelli dei prezzi degli affitti,  oppure quelli da sborsare per l'acquisto di un appartamento,  eppoi del vitto, ristorante eccetera.

Nuova discussione

Traslocare in Portogallo

Consigli per preparare un trasloco in Portogallo

Voli per il Portogallo

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Portogallo