Aprire un conto in banca in Italia

Ciao a tutti,

Ŕ complicato per un espatriato aprire un conto in banca in Italia?

Quali documenti sono richiesti per aprire un conto corrente in Italia e quali sono i tempi di attivazione?

Ci sono delle restrizioni per gli espatriati riguardo a servizi quali ad esempio la richiesta di un mutuo?

Quale banca raccomandereste?

Grazie mille in anticipo per il vostro contributo!

Francesca

La banche chiedono codice fiscale e carta d'identità.
Il primo, se limitato al solo codice, è facile da ottenere sin da subito. Se serve invece il tesserino, per quello bisogna essere iscritti all'ASL.
La seconda invece è molto lunga da ottenere. Serve per prima cosa il permesso di soggiorno, che si fa attendere 6 mesi, e poi un altro mesetto per la carta d'identità.
Che si può fare mentre si aspetta?
Noi avremo due colleghi coreani, ingegneri con famiglia, impiegati presso una srl italiana, ma senza conto in banca non potremo versare lo stipendio. Che fare?

Ciao marcellen,

Grazie per le informazioni che hai condiviso.

La domanda che poni in ultima forse rientra più nella categoria delle formalità burocratiche perchè entrano in gioco molti fattori.
I tuoi colleghi lavorano in Corea per una srl italiana? Se sono già in Italia devnoo essere in ordine con i documenti che regolano l'ingresso di stranieri in Italia per lavoro. In questo caso la banca non apre un c/c tenendo conto dei documenti già in possesso dei suddetti cittadini?

Purtroppo alla banca interessa il documento rilasciato, non la richiesta del documento.
Non importa aver richiesto il permesso di soggiorno, a loro serve la carta d'identità rilasciata.

Nuova discussione