Close

Ciao Ragazzi!

Ciao,
Mi chiamo Stephen e sono insegnante di inglese.  Sono scozzese pero tengo passaporto italiano.  Ho vissuto 5 anni a Roma e 5 anni in vari città di Spagna. Parlo lo spagnolo e ho tanti problemi mescolando le lingue!

In agosto vado a HCMC x lavoro.  Mi piacerebbe incontrare altri italiani e magari guardare qualche partita di calcio o pure giocare.

Fammi sapere si ti piacerebbe incontrare!

Bye
Stephen

Ciao Stephen,

benvenuto sul forum in italiano!

Forse i contatti degli Utenti Italiani a Ho Chi Minh ti potranno aiutare ;)

I migliori auguri per il trasferimento,

Francesca

Stephen, ti faccio tanti auguri, non so se per necessità o cos'altro ti abbia indotto di capitare a Saigon, ma è una delle più brutte città che abbia mai visto in vita mia.... per non parlare del clima. Spero che tu sia di "bocca buona"
Marco

@ Marco: sei li da molto tempo? Se ti va di parlarci della tua esperienza, anche se mi pare di capire non troppo positiva, scrivi pure!

Francesca

@Marco. Mi piace viaggiare e me hanno raccontato tante cose buone de Ho Chi Minh (e qualche cosa mala) pero vado con la mente aperta.  Me può spiegare perché pensi che HCHC e così brutta?

tutti i gusti sono gusti

Rispondo a te Stephen e anche a Francesca dello staff. Sono in Vietnam da 13 mesi, mi sono sposato, ho messo su casa e con l'intenzione di stabilirmi in modo permanente. Vivo a Nha Trang, che a detta di molti pare sia uno dei posti migliori per viverci. Credo di aver fatto solo un unico grande errore, cioè di esserci venuto senza conoscere il Vietnam, se non per due volte precedenti in cui ci ho passato in totale 2 mesi. Troppo pochi. Anche a me piace viaggiare, ma credo che questo paese sia il più brutto e insignificante che mi sia mai capitato di incontrare. Sono stato a Saigon, una città veramente brutta, caotica per il traffico e con un clima veramente malsano. Non c'è niente da visitare, niente arte, niente cultura. Così come in tutto il Vietnam. Quello che mi ha più impressionato di questa terra è la totale mancanza di cultura, un paese senza arte nè parte, sembra sospeso in una "terra di mezzo" così come la gente che lo abita. Sguardi vuoti, senza profondità, senza spiritualità. La gente è molto materiale, sembra che il denaro sia l'unica ragione di esistere, l'apparenza, l'ostentare per i fortunati che se lo possono permettere. La persone (questo è il mio punto di vista molto personale) vanno in giro come fossero degli automi, qui il mezzo di locomozione popolare è la motocicletta, e puoi fare una fotografia di questo paese proprio da come vanno in giro, senza regole, non esistono le precedenze o i sensi di marcia, ognuno fa quello che vuole a secondo di quello che gli viene più comodo, come se per la strada ci fossero solo loro. Sono molto maleducati, non rispettano le file nei negozi, negli uffici ovunque, non sanno cosa sia la privacy, se devono passare non chiedono "permesso", semplicemente ti spingono da parte. La sporcizia e la mancanza diigiene regnano sovrani. Il passatempo preferito è il gioco delle carte (a soldi) e bere birra a fiumi. Niente vita notturna, dopo le 10 di sera è un'impresa trovare qualcosa di aperto. Tu Stephen che arrivi dalla Spagna dove c'è la movida e la gente è molto aperta e cordiale credo che farai molta fatica ad adattarti. Il clima è caldo e umido, soprattutto a Saigon, se non stai in ambiente condizionato sarai sempre sudaticcio e appiccicoso. Se ti può consolare non avrai difficoltà ad avere storie con le ragazze, qui hanno il mito dello straniero, ma non so se troverai il vero amore, ti vedono più come una borsa piena di soldi. Corruzione ovunque, e a te che sei straniero cercheranno di spillarti più soldi possibili, ovunque tu vada. Questo è il Vietnam, se qualcuno può smentirmi si faccia pure avanti, perchè di storie ne avrei da raccontare a iosa. Quindi ti faccio tanti auguri.

@ jump: sono considerazioni un po' forti ma trattasi ovviamente di tue opinioni personali. Ho deciso di non moderare ma invito chiunque abbia di contro un'esperienza positiva a farne parte.

Francesca

Certo, sono mio opinioni personali, questa è solo una parte della fotografia che mi sono fatto di questo paese. Non mi pare di aver usato un linguaggio inappropriato o volgare, solo un tantino crudo, non vedo cosa ci sia da moderare o censurare. Non dimentichiamoci che siamo in un paese governato da una giunta militare dove assolutamente tutta l'informazione è controllata. I dissidenti si fanno dai 3 ai 7 anni di galera e andare in una prigione vietnamita non lo auguro a nessuno. C'è la pena di morte per fucilazione per reati legati alla droga, prostituzione minorile ed omicidio. Vogliamo parlare della persecuzione che subisce la piccola etnia dei Montagnard? Una popolazione antichissima che vive sugli altopiani centrali del Vietnam e di fede cristiana. Reclamano la loro indipendenza e hanno solo commesso il piccolo sbaglio di schierarsi con gli americani e il Vietnam del sud al tempo della guerra proprio per ottenere l'indipendenza. Il governo Vietnamita a oggi li perseguita ancora, distrugge le loro chiese e i villaggi, espropria le loro terre, i bambini non possono frequentare le scuole e gli è loro vietato possedere un cellulare.
Nella Pasqua del 2004 oltre 130 mila cristiani, provenienti dai più sperduti villaggi, avevano raggiunto Buon Ma Thuot, capoluogo provinciale degli altipiani, per pregare e protestare pacificamente davanti agli edifici del PCV contro la repressione religiosa e la confisca delle loro terre. Le forze governative impedirono il raduno con le armi, causando centinaia di feriti e 10 morti (2 secondo il governo).

La «Pasqua di sangue» fu seguita dalla «caccia al cristiano», facendo salire a 400 il numero dei morti. Centinaia di manifestanti sono stati arrestati, processati e condannati a vari anni di prigione a seconda delle accuse: turbativa dell'ordine pubblico, resistenza alla polizia, incitamento alla protesta, favoreggiamento della fuga oltre confine, attentato alla sicurezza e unità nazionale.

Testimoni oculari, intervistati nei campi dei rifugiati in Cambogia, hanno parlato anche di uccisioni, varie forme di «crocifissione», iniezioni letali, pestaggi, umiliazioni, cerimonie pubbliche in cui sono imposte dichiarazioni di fedeltà alla bandiera vietnamita e di ripudio della fede cristiana.

Ora, un popolo capace di macchiarsi di tali atrocità come lo definereste voi? Poco tempo fa a Saigon durante una manifestazione pacifica sono stati arrestati 2 giovani studenti solo perchè volantinavano protestando nei confronti della Cina. La Cina foraggia con ingenti somme di denaro il governo vietnamita per poter esportare merci, per delocalizzare fabbriche (qui la mano d'opera costa meno che in Cina)e poter sfruttare miniere di bauxite. Di conseguenza vietato anche parlare male dei cinesi oltre che del governo vietnamita. Provate ad accendere la tv vietnamita, niente di niente, il nulla, telegiornali che intervistano militari, telenovelas strappalacrime, video musicali. Stop. Provate ad aprire i libri di testo degli studenti, io l'ho fatto avendo mia moglie una figlia di 11 anni. Ridicoli, il nulla anche qui. Questo popolo viene tenuto all'oscuro di tutto e nell'ignoranza più assoluta dove il Vietnam è il centro del mondo. Mia moglie ha frequentato fino al primo anno di università, ma non sa nulla di geografia ne tantomeno di storia, nemmeno del suo paese. Ho girato un pò per il mondo e la cosa che amo di più è trovare il contatto con il popolo locale, con la gente del posto, in questo paese non mi riesce, sembra non abbiano un'anima. Ammetto di trovarmi parecchio in difficoltà...

mha x essere stai bastonati dai cinesi dai francesi e dagli americani,,sono anche troppo bravi..io sono sposato da 10 anni con una ragazza vietnamita e forse il 30% delle tue affermazzioni risponde al vero(mia opinione ovvio)saigon è una metropoli di diciamo 8 milioni di abitanti..senza metro e trasporti eficenti ..stanno vivendo il loro boom economico(gli scooter e le maximoto..ducati ha 2 salomni 1 a hcm city uno nella politica hanoi...)e fino al 2008 le maximoto nn erano nemmeno importate in vn..ci sono lamborghini porsche ferrari rr aston martin in giro..ma hcm city è piena di smog come tutte le metropoli equatoriali asiatiche anche bkk fino al 2002 nn aveva lo skytrain..quindi dategli tempo..il dio denaro vale in tutto il mondo dagli usa alla cina all'italia...cmq ottima scelta nha trang..se conosci massimiliano zanga salutamelo..

Si hai ragione, stanno vivendo il loro boom economico, e tanto di cappello per essersi ripresi così abbastanza velocemente dopo una guerra così devastante con gli USA. Anche se sono convinto che questo boom sia una bolla gonfiata destinata a esplodere fra non molto, vedi Cina, India e Brasile come hanno già rallentato il passo. Si salvano ancora perchè hanno molta mano d'opera giovanile che può essere pagata a bassissimo costo. Tieni conto che qui se parli di diritti per i lavoratori ti chiedono se è qualcosa che si mangia. Qui è molto semplice, niente ferie, niente malattia, pagato in nero e se stai a casa non sei pagato, punto. Caspita è vero, anch'io ho visto i macchinoni che dici tu, peccato che la maggior parte di chi guida siano boss della mafia, ma questo è solo un piccolo dettaglio. Si Massimo lo conosco molto bene, attualmente è in Italia e rientrerà credo per gennaio, te lo saluto. Hasta!

Volevo aggiungere un appunto a proposito dei macchinoni tipo lamborghini, ferrari, poeshe etc, questo per far capire cosa gira dentro la testa di questo popolo e come dicevo in un'altra risposta dove l'importante è "apparire" fine a se stesso; In tutto il Vietnam ci sono dei limiti di velocità molto ristretti, se non vado errato dentro le città è di 40Kmh e fuori città per le auto è di 60 o max 70Kmh, non ricordo bene, limiti che la polizia fa rispettare con appostamenti frequenti lungo le strade. Non esistono autostrade e le strade sono quelle che sono, cioè in pessimo stato di manutenzione, i vietnamiti saprai bene anche tu in che modo vanno in giro, assolutamente senza regole, quindi anche senza limiti di velocità andare oltre il consentito sarebbe un suicidio/omicidio. Ora, le macchine che abbiamo menzionato sopra hanno motori fatti apposta per essere "liberati" ed esprimere tutta la loro potenza diversamente vuol dire "uccidere" il motore stesso. Riesci a trovare un senso in tutto questo? Io sinceramente no.

bhe anche i figli dei generali al potere ne hanno una bella fetta di macchinine spinte..ho fatto a febbraio la nuova autostrada da hanoi a thanh hoa(mia moglie è originaria di li...)e ci hanno fermato quelli della stradale..bella mancia e tuttapposto..il limite è 90 110 mi sembracmq si il vietnam è alcquanto strano  cmq hcm city stà crescendo con ponti e opere di ignegneria molto ardite ..tipo la strada a 4 corsie x lato che passa sotto il saigon river..io stò x ultimare la casa a saigon 2 dove nascerà il nuovo aereoporto int di saigon..nn volevo essere polemico verso le tue opinioni..ma a me il vn piace

Si certo, i figli, i parenti, gli amici, gli amici degli amici della gerarchia militare al potere godono di ottimi privilegi, su questo non ci piove. Poi nessuna polemica, ci mancherebbe, non siamo certo qui per questo, ognuno può manifestare liberamente il proprio punto di vista, dipende unicamente da quello che ognuno di noi va cercando. Riguardo i limiti di velocità sei sicuro di quello che dici? Te lo chiedo perchè giusto poco tempo fa un mio amico italiano ha preso a noleggio un'auto per fare un piccolo tour e l'hanno fermato e multato perchè andava a 61Kmh, mentre camion e autobus possono andare a 70Kmh, fuori città naturalmente.  Un'altra cosa, c'è una domanda nel forum che invita a trovare 5 buoni ragioni per vivere in Vietnam. Tu ce ne puoi elencare qualcuna?

hi Stephen,
   my name is Stefano from Italy exactly from Garda Lake.
   Your Italian is brilliant. Should we chat in italian then?
   I used to live in London, now back 2 Italy and ready to move   to warmer palces.
   Did u move to ho chi minh at last.?
   Fammi sapere se possiamo scriverci, avrei domande da farti.
   Thanks mate

   Stefh

Ciao Stefh,

innanzitutto benvenuto sul forum :)

Ti vorrei chiedere se per cortesia puoi comunicare in italiano su questo forum di modo che la conversazione sia comprensibile a tutti.

Grazie per la comprensione,

Francesca

ciao, ho letto che sei in Vietnam, posso chiederti delle info?

Ciaoo Jump
in parte ti do ragione sulle cose che hai accenato ma c'e' anche la parte buona e come dovinque non si puo fare un commento cosi in male io sono da 10 mesi e si ho avuto sia experienze buone e male.
Penso che se prendi il Vietnamita con le buone sono molto amichevoli e se gli spieghi il loro comportamento in maniera semplice sono anche cordiali
Second me il problema del Vietnamita e che sono ignoranti a livello di educazione e informazione
e il sistema li fa rimanere molto chiusi. Altro il loro vacobollario e moltoi limitato in espresso quello che vorrebbere dire,comunque questo e solo il mio parere
Cioaa a presto

Nuova discussione

Traslocare a Ho Chi Minh

Consigli per preparare un trasloco a Ho Chi Minh